Politica / Parlamento

Commenta Stampa

PD NAPOLI, UN CONVEGNO SU CRISI FINANZIARIA E RIFORME


PD NAPOLI, UN CONVEGNO SU CRISI FINANZIARIA E RIFORME
10/11/2008, 17:11

Delle conseguenze, non ancora prevedibili, della crisi finanziaria che ha travolto i mercati mondiali a cominciare da quello statunitense e destinata a ridisegnare le coordinate del capitalismo moderno, si è discusso questa mattina nel corso di un convegno su “crisi finanziaria e riforme” organizzato dal Pd provinciale di Napoli all’Hotel Royal Continental. Riflessioni e proposte aventi lo scopo di prevenire le dannose ripercussioni di una crisi che appare ancora più drammatica del crollo della new economy nel 2001, e che si preannuncia ancora più minacciosa per l’Italia anche alla luce di dati poco confortanti riguardanti i livelli di povertà e di disoccupazione, sono state avanzate durante il convegno organizzato dal responsabile Enti Locali del Pd di Napoli Biagio Ciccone. Presente anche il segretario provinciale del Pd, Luigi Nicolais, il quale ha sottolineato le forti ripercussioni sul Mezzogiorno della crisi mondiale e dell’instabilità economica del Paese, proponendo soluzioni quali “l’istituzione di nuove regole chiare e applicabili, l’efficienza della macchina pubblica e nuovi investimenti mirati verso il Mezzogiorno, puntando soprattutto sulle infrastrutture”. L’ex ministro per le Riforme descrive inoltre come “inevitabile”, ma, puntualizza Ciccone, “è necessario che sia portato avanti in piena unità di intenti. Non è possibile portare avanti progetti non condivisi, altrimenti si correrebbe il rischio di varare una legge sul federalismo che proponga una nuova divisione di fatto tra Nord e Sud. Per questo il Pd deve dimostrare, e lo sta già facendo, una linea pienamente unitaria in tutte le sue componenti locali”. Al convegno hanno preso parte, tra gli altri, anche il presidente Confindustria Campania, Carlo Boffa, il condirettore Banca Esperia e presidente Duemme sgr del gruppo Mediobanca, Gabriele Cavalli, il deputato e componente della I Commissione Affari Costituzionali della presidenza del Consiglio e Interni, Salvatore Piccolo, e il segretario generale Uil Napoli e Campania, Anna Rea.
 

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©