Politica / Regione

Commenta Stampa

Un partito in trasformazione in Campania

Pd, tutti chiedono la testa di Amendola


.

Pd, tutti chiedono la testa di Amendola
01/03/2013, 11:23

NAPOLI - Una sconfitta amara in Campania per il Partito Democratico, una vittoria inutile in Italia, una campagna elettorale fatta di veleni che solo ora emergono dal fondo di un bicchiere colmo solo in apparenza. Il dato che emerge dalle politiche 2013 è devastante, non solo per le velleità di tanti di diventare gli eletti, ma anche per quei pochi che poi sono diventati tanti e che non sanno da dove cominciare. Il dato eclatante è sicuramente rappresentato dalla regione Campania dove il partito di Bersani da vincitore virtuale si è tramutato in perdente reale e poi il solito, classico scarica barile ha fatto il resto. Osannato e applaudito Enzo Amendola, longa manus di Pierluigi Bersani in regione, è ora sotto accusa per la sconfitta elettorale. Addirittura qualcuno lo accusa che “da quando c’è lui il partito perde sempre”. A questa sorta di “iettatura politica” Amendola non ci sta, anche in considerazione del suo impegno per la compagine politica che rappresenta. A gran voce si chiedono le sue dimissioni, compreso il suo vice e amico di sempre Domenico Tuccillo che insieme alla truppa napoletana stanno spingendo il segretario alle dimissioni. Questa situazione lascia presagire un partito in trasformazione, almeno in Campania, perchè a livello nazionale deve ancora digerire il clamoroso scandalo di MPS.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©