Politica / Politica

Commenta Stampa

La svolta entro due settimane

Pdl, Berlusconi pronto al rinnovamento

Nascerà un nuovo partito o una lista civica nazionale

Pdl, Berlusconi pronto al rinnovamento
05/10/2012, 10:21

ROMA – “Forza Italia2.0”. Dovrebbe essere questo il nome del nuovo partito, o forse di una nuova lista civica nazionale aperta a tutta l'area moderata, che vorrebbe fondare l’ex premier Silvio Berlusconi. L’indiscrezione arriva dopo il vertice notturno di mercoledì a Palazzo Grazioli: la svolta dovrebbe avvenire nel giro delle prossime due settimane.

A concordare sul fatto che il Popolo della Libertà sia ormai un partito da mesi allo sbando, dove a tenere banco sono le guerre interne, i malumori e, da ultimo, gli scandali nelle Regioni è il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Quest’ultimo propone, infatti, di archiviare il simbolo del Pdl nella sfida elettorale che si svolgerà nel 2013 per il Campidoglio. “Non sarebbe opportuno presentarsi, almeno su Roma, con la lista Pdl. Soprattutto nel Lazio ci sono segnali negativi e quindi bisogna presentarsi con una situazione rinnovata”. Il primo cittadino della Capitale, spera in un grande azzeramento e ricostituzione unitaria e non separata. “Se questo non dovesse avvenire – dice -  possono esserci degli elementi di scomposizione, non solo ideologica di destra. Attenzione a fare un'operazione solo di lifting, perché questo non sarebbe accettato né dagli italiani in generale né dai nostri elettori".

E quanto al nuovo movimento, Berlusconi ha già assicurato che i suoi: nessuno sarà mandato via. “Non sarà presa l'accetta, non saranno fatti tagli lineari -  avrebbe spiegato -  ma bisogna andare oltre il Pdl, non un predellino, ma tutto sarà studiato nei minimi dettagli e a tempo debito”.

Nel progetto berlusconiano non c'è la creazione di un partito tradizionale, bensì di un qualcosa di snello, aperto alla società civile e caratterizzato da volti nuovi.

Quanto alla candidatura ancora non si sono sciolte le riserve, ma continua a girare la voce di una nuova possibile ricandidatura di Berlusconi. Ma non solo: nel corso del vertice a via del Plebiscito sarebbe spuntato di nuovo il nome di Luca Cordero di Montezemolo, che però non sembra intenzionato a rientrare in un progetto connotato solo nel centrodestra.  

Il segretario Pdl, Angelino Alfano, starebbe intanto preparando un documento in 10 punti per il nuovo partito. Ma, molto dipenderà dalla nuova legge elettorale. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©