Politica / Parlamento

Commenta Stampa

PDL: CAMPOSANO, LA LEGALITA’ SI PRATICA NON SI ABBAIA


PDL: CAMPOSANO, LA LEGALITA’ SI PRATICA NON SI ABBAIA
28/07/2008, 14:07

Stamani in una conferenza stampa svoltasi presso il gruppo consiliare di AN in Regione Campania il Capogruppo Enzo Rivellini ed i parlamentari del PDL Mario Landolfi e Paolo Russo hanno presentato ufficialmente l’adesione al Popolo della Libertà di tre esponenti politici del Comune di Camposano, in provincia di Napoli. Si tratta di due assessori comunali, Gavino Rescigno (proveniente dalla Margherita) che ha la delega alle Attività Produttive e Gavino Berardesca (proveniente dall’Udeur) che ha la delega all’Ambiente ed alla Sanità, e di un consigliere comunale, Carmela Rescigno (proveniente dai Verdi) che risultò la più votata alle elezioni amministrative del 2005. Rivellini,nel presentare alla stampa i motivi dell’adesione al PDL dei tre esponenti del Comune di Camposano, ha spiegato: «La legalità si pratica e si attua e non si abbaia come purtroppo fa il centrosinistra in Campania ed in provincia di Napoli. Anche quanto sta accadendo nel Comune di Camposano dimostra che tra le fila del centrosinistra non si ha a cuore il rispetto della legge e della trasparenza, ma si usa la legalità solo come arma di propaganda politica. Come AN e come centrodestra riteniamo di essere il “Partito dei fatti concreti” e per questo abbiamo deciso di sostenere con forza la battaglia che i tre esponenti del Comune di Camposano stanno conducendo per il rispetto della legalità. Paolo Russo, parlamentare del PDL, ha aggiunto: «Il centrodestra sostiene la battaglia per la legalità e sul territorio continua ad ottenere consensi ed adesioni tanto dalle personalità politiche che dai cittadini: queste vivacità intellettuali vanno sostenute perché dimostrano quanta passione e quanta voglia c’è di trasparenza e di rispetto delle regole. Soprattutto nell’area nolana ed in una realtà come quella di Camposano bisogna tutelare queste vivacità e la classe politica del centrodestra ha il dovere di mettere a sistema queste grandi potenzialità che provengono dai territori». Il consigliere Carmela Rescigno ha spiegato nel dettaglio sia i motivi dell’adesione al PDL sia quelli della battaglia che sta portando avanti nel Comune di Camposano: «Ho denunciato gli illeciti relativi alla struttura ed alla attività che si svolgono presso un capannone abusivo dove sono già intervenuti i vigili urbani e la guardia di finanza e dove, nonostante il ritiro della licenza sanitaria ai titolari, si continua a svolgere una attività commerciale. Per le mie denunce ho subito diverse intimidazioni ed alcuni tentativi di diffamazione che si sono concretizzati attraverso l’uso distorto di un forum su Internet. Solo dal centrodestra sono giunte attestazioni di stima e di sostegno per la nostra attività di denuncia e per questo motivo con i colleghi Gavino Rescigno e Gavino Berardesca abbiamo aderito al “Popolo della Libertà”. Il centrosinistra a Camposano come in provincia di Napoli è responsabile di uno sfascio politico ed amministrativo senza precedenti ed ha dimostrato di non avere a cuore il rispetto della legalità che viene continuamente sbandierata ma mai realmente attuata». L’assessore comunale Gavino Rescigno ha infine aggiunto: «La nostra amministrazione comunale porta avanti la lotta per la legalità e non vi è accanimento nei confronti di nessuno in particolare, ma solo voglia di tutelare la trasparenza amministrativa ed il rispetto della legge». Sugli abusi edilizi avvenuti nel Comune di Camposano il Capogruppo di AN Enzo Rivellini ha presentato una interrogazione regionale urgente al Presidente Bassolino ed all’Assessore all’Urbanistica e nei giorni scorsi ha accompagnato dal Questore di Napoli il consigliere comunale Carmela Rescigno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©