Politica / Politica

Commenta Stampa

Bonanni: "Il piano crescita non basta"

Pdl: il ministro Balduzzi porti il decreto in commissione


Pdl: il ministro Balduzzi porti il decreto in commissione
25/08/2012, 19:44

ROMA - "Dopo le accuse di essere solo recessivi, ora che si fa un programma di crescita e sviluppo spero non ci dicano che il tempo è scaduto" sbotta così il ministro Renato Balduzzi, in un'intervista all'Ansa, respingendo le accuse dai partiti. "Il governo dura finché ha la fiducia delle Camere. Il futuro di ministro? Ministrerò". Il ministro alla Sanità sottolinea che bisogna far ripartire il 'Cantiere Italia', quindi anche il 'Cantiere Sanità', per far ripartire gli investimenti per l'edilizia ospedaliera e la messa in sicurezza degli edifici. Il provvedimento in arrivo dal suo dicastero servirà a completare gli interventi già adottati, dalle liberalizzazioni alla spending review.
Il primo a commentare le mosse del governo è il leader della Cisl Raffaele Bonanni: "Ci sono misure buone, alcune meno buone e discutibili, ma l'importante è un Patto per la crescita e per il lavoro che impegni tutti i soggetti. Senza di questo non si va da nessuna parte. Si rischia una declamazione e basta. Inoltre c'è un'ulteriore stretta sugli statali che non comprendiamo bene perché non è trasparente, non è precisa, non è chiara fino in fondo. Il governo chiarisca".
In risposta al ministro Balduzzi, intervengono con una nota il presidente della commissione Affari sociali della Camera dei deputati Giuseppe Palumbo del Pdl e il capogruppo del Pdl in commissione Domenico Di Virgilio: "Fa comodo leggere sui giornali stralci del decreto sulla sanità che il ministro Balduzzi avrebbe dovuto consegnare due settimane fa ai presidenti delle commissioni di Camera e Senato e ai capigruppo dei partiti che sostengono il governo. Fa comodo ma non è sufficiente. Il ministro aveva promesso lo scorso 8 agosto che avrebbe sottoposto all'attenzione delle commissioni un testo che ci avrebbe fatto pervenire entro qualche giorno. Da allora nessuna notizia. Oggi scopriamo dai giornali che il testo è pronto che riguarderebbe la regolamentazione dell'intramoenia, le assicurazioni per i medici e forse altri interventi. Un modo di procedere a mezzo stampa francamente singolare".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©