Politica / Politica

Commenta Stampa

Anche Napolitano sarebbe interessato ad una legge bavaglio

Pdl, Pd e Udc: addio legge elettorale, ora si pensa alle intercettazioni


Pdl, Pd e Udc: addio legge elettorale, ora si pensa alle intercettazioni
30/07/2012, 10:47

ROMA - Ormai appare definitivamente parcheggiata su un binario morto la legge elettorale. Dopo gli ultimi strappi del Pdl, la questione appare riservata alla campagna elettorale, in cui è facile immaginare che i principali partiti si scaricheranno vicendevolmente le responsabilità per non aver cambiato il cosiddetto "Porcellum", cioè l'attuale legge elettorale. 
Invece aumenta la spinta per discutere ed approvare in tempi brevi la legge sulle intercettazioni. Una legge presentata dall'allora Ministro della Giustizia Angelino Alfano e che si bloccò in Commissione Giustizia grazie anche all'opposizione di Fli. Ma ora aumentano le pressioni sul Ministro della Giustizia Cancellieri affinchè il provvedimento torni all'ordine del giorno. E non è solo ALfano che lo chiede, ma anche il Csm, mediante le dichiarazioni del vicepresidente Michele Vietti in occasione del funerale di Loris D'Ambrosio. Senza contare che, dopo la vicenda delle intercettazioni in cui Napolitano parlava con Mancino della trattativa Stato-Mafia. 
D'altronde, anche iol capogruppo alla Camera, Fabrizio Cicchitto si è espresso chiaramente: "A settembre riproporremo una proposta in materia che tenga conto del disegno di legge già calendarizzato più volte". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©