Politica / Regione

Commenta Stampa

PDL, Sergio Nappi: "linea Nitto Palma smentisce Sibilia"


PDL, Sergio Nappi: 'linea Nitto Palma smentisce Sibilia'
03/02/2012, 10:02

“Consapevoli delle difficoltà che sta attraversando la coalizione di centrodestra, nonostante la responsabilità di governo in molte amministrazioni locali, in quasi in tutte le province e in Regione Campania, plaudiamo all’iniziativa intrapresa dal neo coordinatore regionale del Pdl, Nitto Palma, di convocare i segretari regionali della coalizione di centrodestra allo scopo di rinsaldare i rapporti interni alla coalizione e di rilanciarne l’iniziativa politica”. Lo afferma il Consigliere Regionale della Campania, Sergio Nappi, del gruppo federato Caldoro Presidente.

“Prendiamo atto – prosegue Nappi - di uno stile diverso nonché della lungimiranza politica che caratterizza l’ex ministro della giustizia nei suoi primi passi come coordinatore del Pdl campano. E’ evidente la differenza rispetto a quanto accade in provincia di Avellino: i vertici del Pdl irpino, infatti, hanno lavorato negli ultimi anni per deteriorare piuttosto che per armonizzare i rapporti con gli alleati strategici del Popolo delle Libertà, rinchiudendosi in un rapporto autoreferenziale con la sola Udc”.

“Ci è apparso risibile e autolesionista – sottolinea il consigliere regionale - l’atteggiamento di chiusura di Sibilia rispetto all’invito al dialogo e alla collaborazione a lui rivolto dal sottoscritto e dai partiti del centrodestra irpino. A dire del coordinatore Sibilia, gli alleati del PDL lavorerebbero per erodere consensi al suoi partito e non, invece, per far crescere la coalizione e per sostenere le amministrazioni a guida centrodestra. Una chiusura miope che sta penalizzando il Partito delle Libertà e l’intera compagine di centrodestra”.

“L’operato del coordinatore Nitto Palma – chiude Nappi - ci conforta nella misura in cui conferma che la linea tenuta dal coordinatore provinciale del Pdl irpino è estranea alla logica del dialogo, della partecipazione e del bene della coalizione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©