Politica / Parlamento

Commenta Stampa

PECHINO 2008: D'ALEMA INVITA A DISERTARE LA CERIMONIA D'APERTURA


PECHINO 2008: D'ALEMA INVITA A DISERTARE LA CERIMONIA D'APERTURA
09/04/2008, 12:04

Il ministro degli Esteri Massimo D'Alema ribadisce la linea della "forte pressione da esercitare sulla Cina" per indurla a mettere fine alla repressione in Tibet e ad avviare il dialogo con il Dalai Lama, e chiede che anche l'eventuale assenza dei capi di stato occidentali alla cerimonia inaugurale dei giochi di Pechino sia concordata negli organismi internazionali. Rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso del giro elettorale a Napoli, D'Alema ha detto: "Il problema non sono le olimpiadi, ma il Tibet, si tratta di avere una linea di azione coordinata ed efficace per porre fine alla repressione ed indurre la Cina al dialogo con il Dalai Lama". "Abbiamo chiesto in sede europea ed internazionale - ha aggiunto il ministro degli Esteri - che ci sia una linea di condotta concordata, anche per quanto riguarda la presenza politica dei diversi rappresentanti alla cerimonia inaugurale dei giochi".

Commenta Stampa
di Giancarlo Borriello
Riproduzione riservata ©