Politica / Politica

Commenta Stampa

L’ex ministro condannato a 4 anni di reclusione

Per tribunale di Bari, Fitto corrotto con 500mila euro

Rese note le 769 pagine di motivazioni della sentenza

Per tribunale di Bari,  Fitto corrotto con 500mila euro
16/08/2013, 18:14

ROMA  - I giudici del tribunale di Bari, scrivono,  nelle 769 pagine di motivazioni della sentenza con la quale il 13 febbraio 2013, hanno condannato  a quattro anni di reclusione per corruzione,  l’ex ministro agli Affari regionali ed ora parlamentare del Pdl, Raffele Fitto che il  finanziamento di 500 mila euro che l'allora presidente della Regione Puglia, ricevette per il suo movimento politico La Puglia prima di tutto.  ''prima, durante e poco dopo'' la campagna elettorale per le regionali del 2005 dall'imprenditore Giampaolo Angelucci, ''si connota illecitamente in quanto è stato il prezzo della corruzione del Fitto da parte dell'Angelucci''.   Fitto è stato assolto dal peculato e da un altro episodio di abuso d'ufficio. Alla pena di tre anni e sei mesi di reclusione fu condannato il re delle cliniche romane ed editore Giampaolo Angelucci, riconosciuto colpevole di corruzione e illecito finanziamento ai partiti, in concorso con Fitto. Ad altri undici dei 30 imputati furono inflitte pene comprese tra un anno e quattro anni e sei mesi di reclusione.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©