Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Pesca: Alleanza Cooperative, proposte di legge esame Camera

Vanno nella giusta direzione

Pesca: Alleanza Cooperative, proposte di legge esame Camera
03/07/2013, 16:35

“Tutte le proposte di legge che ci sono state presentate contribuiscono alla urgente esigenza di dotare il settore ittico di nuove norme in grado di innovare, semplificare, agevolare, le attività di pesca e acquacoltura” lo afferma il coordinamento pesca dell’Alleanza delle cooperative italiane al termine dell’audizione informale presso la XIII Commissione permanente della Camera dei Deputati, che ha avuto come tema di confronto l’esame di alcune proposte di legge sul settore ittico. Le proposte toccano a 360 gradi il comparto e vanno dalla regolamentazione della pesca dei grandi pelagici, all’Iva, passando per i titoli professionali marittimi.

Nel corso dell’intervento, l’Alleanza ha evidenziato il forte stato di malessere vissuto dal comparto, alle prese con problemi congiunturali, problemi strutturali complessi e profondi.

Da qui l’esigenza, sottolinea l’Alleanza, di rafforzare le imprese operanti nel comparto per metterle in grado non solo di rispondere alle norme comunitarie in continua evoluzione, ma anche di garantirsi un futuro, nel rispetto dei criteri di sostenibilità ambientale ed economica e degli obiettivi di sviluppo occupazionale.

“Per fronteggiare la crisi e i bisogni di riposizionamento della filiera è indispensabile colmare con risorse aggiuntive le dotazioni di bilancio che, falcidiate dell’80% negli ultimi dieci anni, oggi risultano del tutto insufficienti a dare risposta alla gravissima crisi che investe il settore” afferma l’Alleanza nel chiedere “un congruo incremento delle risorse del programma triennale, degli stanziamenti previsti per la cassa integrazione e, nel prossimo biennio, di risorse adeguate per politiche economiche destinate alla crescita e al rilancio delle imprese”.

Dall’Alleanza delle Cooperative italiane della pesca arriva il ringraziamento a “tutti i firmatari delle proposte di legge in esame e alla Commissione per l’audizione. Diamo la nostra piena disponibilità a collaborare per la individuazione dei problemi sensibili e la identificazione delle possibili soluzioni, lavorando ad una politica della pesca che risolva le criticità nazionali non risolvibili da Bruxelles e che affronti le priorità e le emergenze del settore. corso dell’intervento”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©