Politica / Politica

Commenta Stampa

Pesca, Basciano (ACGI): "su ICCAT soddisfatti a metà"


Pesca, Basciano (ACGI): 'su ICCAT soddisfatti a metà'
23/11/2011, 14:11

“Un cambio di passo non vi è stato, ma almeno è stato posto un limite alla deriva normativa che in questi anni ha messo in ginocchio i pescatori siciliani”. Così Giovanni Basciano, presidente dell’Agci Agrital Sicilia, commenta le misure adottate dall’Iccat, la Commissione internazionale per la conservazione dei tonni dell’Atlantico e del Mediterraneo. “Siamo soddisfatti a metà. Per il pesce spada, il fermo biologico è stato portato da due a tre mesi, ma non è stata imposta la Tac, la cattura totale ammissibile, che avrebbe comportato danni ben più gravi al settore. Per il tonno, poi, per la prima volta non si è parlato di un’ulteriore riduzione della Tac. Detto questo – conclude – adesso bisogna assolutamente mettere ordine nel settore. Le imbarcazioni che pescano pesce spada devono essere sottratte dal totale di quelle che sono autorizzate all’uso del palangaro. Inoltre, insistiamo perché i produttori portino avanti un percorso per la istituzione di un marchio di qualità, strumento fondamentale per tutelare la loro produzione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©