Politica / Politica

Commenta Stampa

Pesca: Federcoopesca, in vista di riforma Pcp, necessaria Conferenza di settore entro autunno


Pesca: Federcoopesca, in vista di riforma Pcp, necessaria Conferenza di settore entro autunno
25/06/2012, 16:06

“Dobbiamo far tesoro degli spunti di riflessione emersi nel corso della Fiera internazionale della Pesca, che ha chiuso i battenti ieri ad Ancona, e organizzare entro l’autunno una conferenza nazionale di settore. La disponibilità della Regione Marche ad ospitare questo momento di approfondimento c’è già. Una disponibilità che apprezziamo molto”. Lo afferma Massimo Coccia, presidente Federcoopesca-Confcooperative, che rilancia la necessità di pianificare la conferenza in tempi rapidi. Secondo l’associazione si preannuncia, infatti, un autunno caldo per la pesca europea e una riflessione di ampio respiro sul comparto va fatta perché “nel secondo semestre dell’anno, è prevista la conclusione dell’esame di un dossier molto impegnativo per il settore come quello della riforma della politica comune della pesca (Pcp)”.Una riforma che secondo la Federcoopesca arriva quando si stanno appena metabolizzando i cambiamenti previsti dalla riforma del 2002. Secondo Coccia “le variazioni di indirizzo non andrebbero previste a tavolino, solo perché ogni dieci anni si impone l’obbligo di cambiare, ma perché ci sono reali necessità. A nostro avviso, quindi, se il bisogno di cambiamento è improcrastinabile, dobbiamo salvare quanto di buono è stato fatto finora, come ad esempio sui piani di gestione”. Per la Federcoopesca non possono essere adottati ora per l’Europa, come nel caso del rendimento massimo sostenibile (msy), modelli di gestione sperimentati in passato in altre zone di pesca e che hanno già dimostrato la loro inefficacia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©