Politica / Napoli

Commenta Stampa

Petizione dei cittadini per via E. Scaglione, Pisani: "Adesso il Comune intervenga"


Petizione dei cittadini per via E. Scaglione, Pisani: 'Adesso il Comune intervenga'
05/03/2012, 13:03

“La strada che collega i comuni a nord di Napoli a Miano, Scampia e Capodimonte, nota come via Emilio Scaglione, in particolare all’altezza della Statua di Sant'Alfonso (entrata di Marianella), è impercorribile, una carreggiata colabrodo piena di insidie e pericoli, distrutta e corrosa dall'impetuosa pioggia che è caduta negli ultimi mesi e dal passaggio degli autocarri diretti alla discarica. Oramai è diventata inagibile e rischiosa per centinaia di motociclisti che finiscono fuori strada e per gli automobilisti che, a causa dell’assenza di manutenzione stradale, si ritrovano le proprie vetture con ruote e semiassi rotti. Addirittura in alcuni tratti i cittadini sono costretti ad attraversare la strada in controsenso. Il rischio incidenti è chiaramente molto alto”. Lo rende noto il presidente dell’Ottava Municipalità Angelo Pisani il quale annuncia che “I cittadini hanno organizzato una petizione su Facebook e internet ( http://www.petizionepubblica.it/?pi=P2012N21430 ) per chiedere il rispetto di un loro semplicissimo diritto che il Comune ha finora ignorato nonostante il pericolo della strada ed i nostri numerosi reclami”.

“Firmare questa petizione, nata dalla protesta dei cittadini stanchi di essere vittime delle inadempienze delle istituzioni, – continua Pisani - rappresenta la volontà di tutti i napoletani di richiamare all’attenzione il Comune su questa assurda situazione che ad oggi non ha ancora trovato soluzione. Palazzo San Giacomo deve subito agire per la riparazione dell’importante arteria di collegamento che ogni giorno mette a rischio l’incolumità dei cittadini e per evitare che i nostri mezzi, sui quali paghiamo le tasse, si usurino giorno dopo giorno a causa dell’assenza di un'adeguata manutenzione stradale”.

Il presidente Pisani afferma inoltre che “in patrocinio all’iniziativa che mette spalle al muro le istituzioni chiediamo adesso immediato risposta al disagio dei cittadini e la messa in sicurezza della pericolosa carreggiata” e ringrazia tutti i cittadini “che hanno dimostrato con grande forza di lottare per i propri diritti. Se non si affronterà subito la questione – conclude Pisani - sono pronto a chiedere al Prefetto la chiusura della strada per tutelare l’incolumità di tutti i cittadini e non solo dei residenti della zona, in quanto è un problema di viabilità che interessa tutta la città”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©