Politica / Politica

Commenta Stampa

Il rischio legato alla riforma costituzione dei grillini

Petizione per impedire che il Parlamento riduca i parlamentari eletti all'estero


Petizione per impedire che il Parlamento riduca i parlamentari eletti all'estero
16/01/2019, 11:19

ROMA - La riforma costituzionale voluta dal Movimento 5 Stelle, di riduzione del numero dei parlamentari (da 630 a 400 alla Camera e da 315 a 200 al Senato), sta provocando reazioni negative all'estero. Infatti su change.org è stata varata una petizione, già sottoscritta da 64 intellettuali italiani all'estero, che chiede di non ridurre il numero dei parlamentari eletti all'estero. Infatti la norma prevede che alla Camera essi si riducano da 12 a 8 e al Senato da 6 a 4. Secondo i proponenti, questa riduzione mette in crisi il concetto stesso di rappresentanza, dato che in quella maniera ogni persona eletta all'estero per la Camera rappresenterà circa 700 mila persone (in Italia 150 mila persone) e per il Senato 1,4 milioni di persone (in Italia 300 mila). 

Inoltre negli ultimi anni è aumentato il numero dei "cervelli in fuga", e quindi aumenta la necessità di rappresentanza. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©