Politica / Regione

Commenta Stampa

Petrone, D'Amelio: Atti concreti, non pietismo per disabili


Petrone, D'Amelio: Atti concreti, non pietismo per disabili
03/12/2010, 15:12

NAPOLI - “Atti concreti e politiche efficaci per le persone diversamente abili, non visioni pietistiche e meramente assistenziali”: è quanto chiedono alle istituzioni locali e al Governo nazionale Anna Petrone, Vice Presidente della Commissione Sanità e il consigliere regionale del Pd Rosetta D’Amelio.
“Oggi è la giornata internazionale delle persone con disabilità – ricordano Petrone e D’Amelio – e, proprio in questa occasione, vogliamo sottolineare che non servono atteggiamenti pietistici ma politiche di pari opportunità che garantiscano pratiche di inclusione e l’effettiva integrazione delle persone diversamente abili. Purtroppo – continuano Petrone e D’Amelio – le politiche del governo nazionale vanno nella direzione opposta. Il Governo ha tagliato tutti i principali Fondi relativi alla spesa sociale, determinando di fatto la cancellazione di misure positive in campo sanitario e sociale. Per il 2011 si prevede uno stanziamento da ripartire per le regioni pari solo a 75 milioni di euro, a fronte dei 435 milioni per il 2010 e ciò comporterà a cascata un taglio netto dei servizi dei Comuni. E poi – denunciano Petrone e D’Amelio – c’è la vergogna del Fondo per la non autosufficienza che ammontava ad oltre 400 milioni di euro e che semplicemente non è stato rifinanziato”.
“Noi – concludono Petrone e D’Amelio – chiediamo un cambiamento delle politiche regionali e al governo nazionale un’inversione di rotta, a partire dal rifinanziamento nella legge finanziaria in discussione in Senato del Fondo per la non autosufficienza, se non si vuole celebrare in maniera ipocrita la giornata internazionale ma dare segni tangibili di attenzione ai disabili”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©