Politica / Regione

Commenta Stampa

Piano Casa, Marrazzo (PDL): la Regione non sprechi questa grande occasione


Piano Casa, Marrazzo (PDL): la Regione non sprechi questa grande occasione
27/07/2009, 17:07

Da domani a giovedì si dovrebbe discutere in consiglio regionale del “Piano Casa”, ed il consigliere regionale del Popolo delle Libertà, Pasquale Marrazzo, mostra tutto il proprio scetticismo per l’approvazione di una legge sulla quale “la maggioranza in consiglio regionale ha messo in campo un forte ostruzionismo, per evidenti ragioni di scontro politico interno”, e che finirà a suo avviso per costituire “un’altra possibilità offerta dal governo nazionale, che la Regione Campania si avvia a sprecare”.
“Mentre la gran parte delle regioni d’Italia, specie del centro-nord, in attuazione dell’intesa in conferenza unificata dell’1/4/09, ha legiferato in materia, nei termini, la maggioranza in consiglio regionale ha messo in campo un forte ostruzionismo, per evidenti ragioni di scontro politico interno, contro il disegno di legge sul piano casa approvato dalla sua stessa Giunta.
Da giorni, a meno di 24 ore dalla seduta di consiglio, il disegno di legge in questione rimbalza dal tavolo della competente commissione consiliare a quello del tavolo tecnico, a quello di fantomatiche riunioni di maggioranza ed a quello della sottocommissione, al solo fine di rendere infruttuose le tre sedute di consiglio già convocate ed impedirne l’approvazione, peraltro a termini già abbondantemente scaduti”.
Una situazione che evidenzia come “ancora una volta, la maggioranza privilegia propri miopi interessi politici di parte a danno dei cittadini e della moribonda economia campana.
Preferiscono lasciare nello status quo le melmose e degradate periferie delle nostre città, così ben descritte da Saviano in Gomorra, i quartieri-dormitorio del degrado e dello spaccio ex 167, le centinaia di migliaia di famiglie bisognose che aspettano un’abitazione degna di questo nome anziché cogliere la grande opportunità offerta dal governo nazionale di varare misure straordinarie e temporanee in edilizia per il rilancio dell’economia e per rispondere al bisogno di edilizia sciale, pur di non rinunciare ai propri interessi politici.
Salvo poi lamentarsi sistematicamente dell’attivazione di poteri sostitutivi del Governo Nazionale per loro inadempienze, come avvenuto per i rifiuti e la sanità, solo per citare i casi più eclatanti”.
Infatti, “anche per il Piano Casa, in mancanza di approvazione della legge, la Regione sarà destinataria dei poteri sostitutivi.
Nel frattempo, però, la nostra economia sarà diventata ancora più debole, e l’abusivismo edilizio e il saccheggio del territorio saranno aumentati”.
In conclusione, Marrazzo ammette amaramente: “Non provo soddisfazione a marcare l’incapacità politica della maggioranza ad essere operativa, coerente ed attenta all’interesse generale, ma rabbia per non poter impedire che la nostra regione debba sempre distinguersi in negativo”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©