Politica / Regione

Commenta Stampa

Il capogruppo di Sinistra e Libertà ai microfoni Julie

Piano Casa, Scala chiede chiarezza


.

Piano Casa, Scala chiede chiarezza
21/12/2009, 14:12

NAPOLI – Chiarezza sulla posizione che intende prendere il Partito Democratico in vista delle prossime elezioni regionali, se la maggioranza è cosciente di essere tale o se vuole cercare patti e accordi sottobanco con il Pdl. E’ il chiarimento che pretende Tonino Scala, capogruppo di Sinistra e Libertà, dopo l’approvazione del Piano Casa, che ha visto ‘uniti’ Pd e Pdl. Il Partito Democratico, spiega scala, deve essere cosciente di costituire ancora la maggioranza, e di essere in grado di governare autonomamente, senza dover scendere a patti con l’opposizione. Parlando del Piano Casa subito dopo l’approvazione, Scala aveva precisato che non si tratta di una “legge bipartisan”, ma del “frutto della battaglia politica del nostro gruppo che, con i suoi 1300 emendamenti, ha indotto tutte le forze politiche ad un confronto serio per approvare una legge rispettosa del territorio e delle esigenze delle famiglie. Certamente, - aveva concluso Scala, - avremmo voluto che si facesse di più e troppi emendamenti sociali non approvati costituiscono delle occasioni perse per rispondere ai problemi dei ceti deboli della Campania”. Proprio sui ceti deboli è tornato Tonino Scala, auspicando un confronto tra le forze politiche di maggioranza, al fine di cambiare rotta, di creare una politica che possa veramente essere vicina alla popolazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©