Politica / Regione

Commenta Stampa

Ecco le prime due maxisfide del nuovo sindaco

Piano Rifiuti e Isola Pedonale: le priorità di de Magistris


.

Piano Rifiuti e Isola Pedonale: le priorità di de Magistris
15/06/2011, 10:06

In attesa del primo consiglio comunale che si terrà domani presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino, Luigi de Magistris insieme ai suoi assessori mette a punto le delibere circa le problematiche che attanagliano, ormai da troppi anni, la città di Napoli. “E’ la sfida della mia vita”: queste le parole di Tommaso Sodano, fresco di investitura a vicesindaco con delega ai rifiuti, che ribadisce l’importanza di un’azione forte e concreta per combattere e risolvere l’emergenza rifiuti nella città di Napoli.
Punto saliente del piano rifiuti sarà la netta opposizione all’inceneritore, che andrebbe a bloccare i programmi di riqualificazione dell’area Napoli est. Sì invece agli impianti di trattamento meccanici a freddo: gli impianti compostaggio, almeno 5, permetteranno il trattamento dei rifiuti indifferenziati per ottenere la massima percentuale di materiale da riciclo. E i fondi? Per rimpolpare le casse destinate al piano rifiuti, Sodano annovera i 40 milioni di euro, la quota del piano regionale e soprattutto i fondi dell’UE che ammonterebbero a 300 milioni.
Altra maxisfida per la nuova giunta appena insediatasi a Palazzo San Giacomo è la chiusura al traffico della zona del centro storico: se ne occuperanno gli assessori Anna Donati per la mobilità e Giuseppe Narducci per quanto riguarda la polizia municipale, che lavoreranno in pool per realizzare la maxi isola pedonale dopo la fine dell’estate.
Intanto a palazzo San Giacomo scatta la caccia alle microcamere: specialisti delle forze dell’ordine sono all’opera per cercare microspie illegali per evitare delle indiscrezioni proprio in virtù dell’insediamento della nuova giunta; circa le nomine degli assessori, ai microfoni della Julie Vittorio Vasquez, capogruppo della lista Napoli è tua, e Vincenzo Varriale, consigliere comunale della stessa lista (guarda il video)
Intanto, è atteso per domani il primo consiglio e, i cittadini napoletani incrociano le dita.

Commenta Stampa
di Ilaria Nacciarone
Riproduzione riservata ©