Politica / Regione

Commenta Stampa

Pica: "attivazione urgente del Laboratorio di Pianificazione per l'area Vallo di Diano"


Pica: 'attivazione urgente del Laboratorio di Pianificazione per l'area Vallo di Diano'
05/04/2012, 11:04

Nel Vallo di Diano urge attivare il Laboratorio di Pianificazione. Il Consigliere regionale Donato Pica ha chiesto all’assessore Taglialatela un intervento immediato.

Con una missiva all’indirizzo dell’Assessore regionale all’urbanistica, Marcello Taglialatela, il Consigliere regionale salernitano Donato Pica evidenzia la necessità di attivare con urgenza il Laboratorio di Pianificazione partecipata, così come indicato dal PTR, per l’area del Vallo di Diano. “Nel territorio del Vallo di Diano, definito dal Piano Territoriale STS a dominante rurale-culturale, è da tempo in atto un processo di Pianificazione concertata, fondato sugli elementi previsti dal percorso istituzionale vigente – scrive nella missiva Pica - già nell’ottobre 2008, presso la sede della Comunità Montana Vallo di Diano a Padula, si tenne un incontro finalizzato alla presentazione degli strumenti e delle regole per l’attuazione del Piano Territoriale Regionale del Vallo di Diano con l’intervento di tutti i soggetti preposti allo sviluppo locale (Comunità Montana Vallo di Diano, Regione Campania, Ufficio di Piano della Provincia di Salerno, Curatore del Piano di Sviluppo Socio-Economico della Comunità Montana Vallo di Diano, Assessori e Consiglieri della Provincia di Salerno, Sindaci dei Comuni del Vallo di Diano, Rappresentanze sindacali, Rappresentanze degli ordini professionali e le associazioni per i consumatori). Successivamente – prosegue Pica - si sono avuti molteplici momenti di discussione sul contesto socio-economico locale e nella individuazione di pochi ma qualificanti progetti di carattere Comprensoriale. In considerazione di tutto ciò, la richiesta di attivazione del Laboratorio di Pianificazione, all’epoca già inoltrata, presso la sede della Comunità Montana Vallo di Diano è da ritenersi assolutamente urgente, in considerazione anche di alcune vicende che ultimamente stanno interessando l’area. E’ il caso della questione “Monte cavallo” e della centrale Terna a Montesano sulla Marcellana. Il Laboratorio di Pianificazione partecipata, così come indicato dal PTR, rimane uno strumento assolutamente necessario che consente ai cittadini di esprimersi in maniera concertata sullo sviluppo dell’area di riferimento” conclude Pica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©