Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Piemonte, il consiglio regionale taglia costi della politica

Per i rimborsi risparmiati 450mila euro

Piemonte, il consiglio regionale taglia costi della politica
02/10/2012, 17:39

Abolizione delle autocertificazioni per le missioni dei consiglieri sul territorio, riduzione dei voli in Italia e all’estero, obbligo alla trasparenza dei bilanci dei gruppi. Il consiglio regionale del Piemonte ha detto si alla nuova legge che taglia i costi della politica. Il provvedimento è passato con 52 voti favorevoli ed un solo voto contrario. Per i soli rimborsi ci sarà un risparmio per l’ente di 450 mila euro. “È partita la seconda fase della spending review”, ha detto il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo, “da oltre due anni puntiamo al contenimento delle spese del Consiglio e i provvedimenti già adottati hanno portato a un risparmio di 16 milioni. Oggi si aggiunge un ulteriore taglio di circa 1 milione l'anno. È un risultato importante che è stato possibile grazie al senso di responsabilità di tutti i consiglieri e alla consapevolezza delle attuali situazioni di difficoltà del paese”. Il parlamentino piemontese ha però respinto cinque emendamenti proposti dal Movimento 5 Stelle, che chiedevano ad esempio l’abolizione di tutti i gettoni di presenza.  

                                                                              

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©