Politica / Napoli

Commenta Stampa

Pisani invita ministro Cancellieri a partecipare al consiglio municipale sull'emergenza Scampia


Pisani invita ministro Cancellieri a partecipare al consiglio municipale sull'emergenza Scampia
29/08/2012, 15:00

Il presidente della Municipalità di Napoli nord denuncia l’emergenza criminalità nazionale ed invita il Ministro degli Interni Cancellieri a presiedere e partecipare lunedì 3 settembre al  consiglio straordinario a Scampia con sindaco, Procutatore della Repubblica, Prefetto, presidenti della Regione e Provincia, Direttore scolastico e presidi, convocato sulle tematiche della scuola e della  sicurezza per garantire la normale qualità della vita dei cittadini e contrastare gogne mediatiche o nuovi desideri della camorra di ricostruire le piazze smantellate a Scampia.

“Solo con una reale presenza delle istituzioni e programmi immediati ed efficienti si può affrontare questa guerra oramai divenuta emergenza nazionale – ha detto Pisani -. La Municipalità  di Scampia è spesso confusa con altre zone calde come Secondigliano, Melito, Mugnano che nulla hanno a che vedere con l’Ottava Municipalità”. “Sono dal primo giorno della legislatura in prima linea contro la camorra per il ripristino della legalità e il rispetto della qualità della vita dei cittadino”, questo e' l'impegno dell’ avvocato Angelo Pisani, presidente della Municipalità, che con forza difende l'immagine e le positività di Scampia “rappresentate dalla vivacità e voglia di riscatto dei giovani e dal lavoro di tante associazioni e persone perbene”.

“Il Governo, la Prefettura ed il sindaco devono fare la loro parte e rispondere alle esigenze della Municipalità ed alle necessità e diritti dei cittadini. Si devono subito abbattere le Vele e riqualificare il territorio con investimenti e cultura. Il nostro Osservatorio con Lepore e le forze dell’ordine è costantemente al lavoro e inizierà subito il suo percorso e semina della legalità e della cultura in tutte le scuole”.
“Evidentemente anche la camorra è in crisi e si spara all’ impazzata per dominare Scampia – ha spiegato Pisani -. Noi chiediamo di attuare il medesimo programma che ha salvato quartieri difficili presenti anche a Londra e Barcellona e subito presidi constanti e quotidiani delle forze dell'ordine ma soprattutto istallazione di telecamere presso le vie d'ingresso e uscita della Municipalità, così anche per le tre stazioni della metropolitana del territorio e fuori le scuole”.

“Prendiamo ad esempio Londra e salviamo Napoli nord non solo con l’Esercito. Per affrontare  seriamente le gravi  problematiche criminali di Napoli nord e fronteggiare, senza fare solo il solletico ai mercenari del business della droga, lo Stato deve subito cambiare marcia ed investire in cultura, legalità, tecnologie e sviluppo economico e sociale perché l’Esercito serve solo per combattere le battaglie quotidiane ma non certamente per vincere la guerra” – ha dichiarato Angelo Pisani, Presidente del Municipio di Scampia, oppostosi al nuovo dilagare della criminalità e chiedendo aiuto alle istituzioni “ finora politicanti senza risultati e purtroppo assenti”. 
“L’assenza dello Stato ha provocato un altro morto e due feriti proprio nelle Vele e nelle aree del degrado che la malapolitica non solo non abbatte e non riqualifica, ma addirittura tollera eludendo finanche le mie denunce ed allarmi”,  ha continuato Pisani, impegnato a ristabilire almeno la normalità nell’area del  municipio di Napoli nord  “trasformata da anni in zona di guerra e predominio di ogni illegalità”.
“Ovviamente questo non basta  –  ha precisato il presidente Pisani, che proprio ieri ha invocato subito l’invio dell’Esercito e di mezzi adeguati per affrontare la nuova guerriglia di camorra  – occorre la presenza quotidiana e un impegno costante delle istituzioni”. Per tale motivo Pisani, ritenendo il problema di portata nazionale e comune ad altre aree del Paese, in una lettera ha chiesto  al presidente Napolitano, al capo del Governo, ai ministri ed ai rappresentati delle istituzioni che  “Insieme all’Esercito e al controllo giornaliero e globale del territorio, vengano eseguiti interventi seri ed immediati sul sociale con costruzione di aree, uffici e negozi, un nuovo stadio e la manutenzione degli impianti abbandonati e degli spazi per eventi,  prendendo ad esempio oltre alla città di Barcellona, anche Londra in cui è sorto il parco olimpico in un’area prima peggio di Scampia e  che adesso si sta valorizzando col miglioramento della qualità della vita dei cittadini”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati