Politica / Napoli

Commenta Stampa

Pisani: "Zona Ospedaliera, imminente pericolo per i cittadini"


Pisani: 'Zona Ospedaliera, imminente pericolo per i cittadini'
13/11/2012, 12:54

 “La zona ospedaliera di Napoli è oramai ko, le difficoltà della viabilità, il traffico, l’inquinamento atmosferico e l’assenza totale di un’adeguata rete stradale rendono invivibile la zona mettendo seriamente a rischio la salute e l’incolumità dei residenti”. A denunciarlo è l’avvocato Angelo Pisani, presidente dell’Ottava Municipalità, il quale ha annunciato un esposto-denuncia alla Procura della Repubblica per le emergenze della zona ospedaliera “abbandonata a se stessa, senza una rete stradale ad hoc, nonostante le nostre continue richieste di intervento sugli inammissibili ingorghi e rallentamenti della circolazione stradale che quotidianamente ostruiscono il transito delle ambulanze”.

 

“La zona – ha spiegato Pisani – presenta la più alta concentrazione di strutture sanitarie e pubbliche non solo della città ma dell’intero Mezzogiorno e come tale necessita di una viabilità libera e fluida in primis per dare possibilità di transito ai mezzi di soccorso da e per gli ospedali. Purtroppo ad oggi, date le continue congestioni della viabilità, sono ben note le difficoltà che riscontrano le ambulanze ed anche le auto dirette ai pronto soccorso. Come se ciò non bastasse i continui rallentamenti hanno anche determinato un sostanzioso aumento dell’inquinamento atmosferico, un vero e proprio pericolo per la salute dei residenti”.

Il presidente Pisani ha ricordato che "già diversi anni fa l’Ottava Municipalità aveva iniziato ad approntare alcuni studi di fattibilità per la costruzione di una nuova rete stradale, svincoli della Tangenziale e la costruzione di parcheggi d’interscambio e per la sosta ordinaria.. La Tangenziale di Napoli e l’Anas, riconoscendo l’utilità delle opere pubbliche, hanno  iniziato uno studio per la costruzione di una nuova rete stradale denominato “Asse di Gronda” e nuovi ingressi della Tangenziale. Ad oggi però è tutto fermo e noi chiediamo alla Procura di fare chiarezza ed accertare eventuali omissioni e responsabilità per la tutela dalla salute e dell’incolumità dei cittadini”.

Pisani ha inoltre elencato gli interventi attesi e non ancora realizzati dall'amministrazione comunale: “Attendiamo da troppo tempo e chiediamo al Comune di Napoli immediato riscontro in merito al  parcheggio interrato a rotazione nei pressi dell’Ospedale ”Vincenzo Monaldi”; All’apertura della bretella di collegamento tra via S. Ignazio di Loyola e via Jannelli; Alla realizzazione di una  rotatoria all’incrocio di Ponte Caracciolo, Via M.R. di Torrepadula e Via Toscanella”.

 

 

Commenta Stampa
di Arianna Piccolo
Riproduzione riservata ©