Politica / Regione

Commenta Stampa

Sei uomini e sei donne più due organi speciali

Pisapia: La nuova giunta

"Sono fiero del gruppo, non mi deluderanno"

Pisapia: La nuova giunta
10/06/2011, 18:06

Giuliano Pisapia, il nuovo Sindaco di Milano ha presentato oggi i componenti della nuova giunta. I nomi delle sei donne e dei sei uomini sono stati fatti dopo alcuni chiarimenti fortemente voluti dal Sindaco:  "Ho ascoltato tutti ma poi ho preso in piena autonomia le decisioni e ne sarò responsabile. Se avrò sbagliato la responsabilità sarà solo mia perchè la scelta è stata mia"
Una scelta accurata che ha portato alla formazione di una squadra di cui Pisapia va fiero. Tutte personalità di eccellenza che non deluderanno le grandi aspettative della città. Dopo aver sottolineato il merito di essere riuscito a chiudere l’organigramma della giunta entro dieci giorni Pisapia è passato alla presentazione dei nuovi assessori.
Le Sei donne: Maria Grazia Guida, sarà vicesindaco con deleghe a Educazione e Istruzione, Rapporti con il Consiglio comunale, Attuazione del programma; Daniela Benelli (Area metropolitana, Decentramento e municipalità, Servizi civici), Chiara Bisconti (Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero), Lucia Castellano (Casa, Demanio, Lavori pubblici), Lucia De Cesaris (Urbanistica e Edilizia privata), Cristina Tajani (Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca).
I sei uomini: Stefano Boeri, a cui vanno Cultura, Expo, Moda e Design; Franco D'Alfonso Commercio, Attività produttive, Turismo e Marketing territoriale; Marco Granelli, sarà assessore a Sicurezza e coesione sociale, Polizia locale, Protezione civile e Volontariato; Pierfrancesco Majorino, avrà la delega su Politiche sociali e servizi per la salute; Pierfrancesco Maran, Mobilità, Ambiente, Arredo urbano, Verde e Il centrista Bruno Tabacci a cui spetterà il posto di Assessore i Bilancio, Tributi e Patrimonio.
Al Sindaco invece spetteranno le deleghe a Partecipate, Innovazione, Risorse umane e organizzazione, Giovani, Agenda digitale, Sistemi informativi, Avvocatura, Facility management, Comunicazione e Sistema di gestione della qualità.
I primi cambiamenti emergono dalla scelta del Sindaco di affiancare ai dodici assessori due organi consultivi. A capo di questi: Valerio Onida, presidente emerito della Consulta che con affianco l’Avvocato Umberto Ambrosoli presiederà l'autorità per le Garanzie civiche con il compito di assicurare la partecipazione dei processi amministrativi e la trasparenza delle nomine; Pero Basetti, primo presidente della Regione Lombardia che sarà responsabile della consulta per l’internazionalizzazione del sistema Milano.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©