Politica / Regione

Commenta Stampa

PIU EUROPA, firmati accordi di programma per Calsanuovo e Casoria


PIU EUROPA, firmati accordi di programma per Calsanuovo e Casoria
18/06/2012, 15:06

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, i sindaci di Casalnuovo di Napoli Antonio Peluso e di Casoria Vincenzo Carfora hanno firmato oggi in sala giunta a palazzo Santa Lucia gli accordi di programma in attuazione di PIU EUROPA.

Era presente l’assessore all’Urbanistica e al Governo del Territorio Marcello Taglialatela.

Per il Comune di Casalnuovo le risorse impegnate sono pari ad euro 17 milioni e 262 mila euro e sono destinate a 9 interventi nell’area del centro storico e delle limitrofe aree industriali dimesse.

Per il Comune di Casoria le risorse impegnate sono pari ad euro 20 milioni e 141 mila e sono destinate a 16 interventi in un’area che ha il suo baricentro tra le piazze Cirillo, Trieste e Trento, Santa Croce e Benedetto XV.

Con la firma di queste due intese salgono a 16 gli Accordi di programma sottoscritti.

Si tratta delle città di Avellino, Benevento, Salerno, Afragola, Aversa, Battipaglia, Castellammare di Stabia, Cava dei Tirreni, Ercolano, Giugliano in Campania, Marano, Portici, Scafati e Torre del Greco.

Restano, tra le città coinvolte nell’attuazione del Programma PIU Europa, oltre Napoli, Acerra, Caserta e Pozzuoli per le quali sono in corso di definizione le procedure attuative.

Strategia dell'intervento
L’obiettivo generale del Programma cittadino è quello di realizzare un quadro di interventi integrati volti alla realizzazione di una nuova organizzazione multicentrica del territorio comunale.
Gli obiettivi specifici sono 4:
- “Il Territorio da migliorare”, che prevede 2 obiettivi operativi: (1) “Riqualificazione urbana e potenziamento della viabilità cittadina interna all’area target”; (2) “Potenziamento dei tracciati di connessione alle nuove centralità urbane e parcheggi di servizio”;
- “Il Territorio da tramandare” con l’ obiettivo operativo “Valorizzazione dei luoghi della memoria”;
- “Il Territorio da trasformare” con l’ obiettivo operativo “Creazione di nuove centralità urbane”.

Ambito territoriale dell'intervento
L’area target individuata comprende il centro storico della città e le limitrofe aree industriali dismesse, caratterizzata da fenomeni di degrado sia fisico, che sociale e da carenza di infrastrutture e servizi ed è delimitata da: Via 25 luglio; Via V. Emanuele III; Corso Umberto I; Via Arcora; Via Roma, IV traversa via Pigna; Via C. A. Dalla Chiesa; via G. Fontana e parti del tessuto urbano ed edilizio della struttura “storica”.

Linee d'azione
Le linee d’azione individuate rappresentano il quadro di proposte progettuali da attuare nell’ambito di riferimento del PIU Europa:
- Il territorio da migliorare: prevede interventi volti alla riqualificazione urbana, al potenziamento della viabilità cittadina interna all’area target ed al potenziamento dei tracciati di connessione alle nuove centralità urbane;
- Il territorio da tramandare: prevede la valorizzazione dei luoghi della memoria;
- Il territorio da trasformare: prevede la creazione di nuove centralità urbane.

Strategia dell'intervento
Il Programma cittadino persegue quale obiettivo il miglioramento della vivibilità dei cittadini e la rivitalizzazione economica delle aree centrali attraverso la ridefinizione del centro storico ed il recupero della percezione di luoghi della città. Gli obiettivi specifici e operativi individuati riguardano: (1) infrastrutturazione e miglioramento ambientale; (2) implementazione della vocazione industriale-commerciale della Città; (3) miglioramento della governance e della qualità della vita dei cittadini.

In base a tale indirizzo strategico, il Programma si declina in tre assi:
- ASSE 1 – rigenerazione, recupero e riconnessione del tessuto urbano anche attraverso la definizione di nuovi poli funzionali;
- ASSE 2 – imprenditorialità e politiche del lavoro;
- ASSE 3 – miglioramento della governance e della qualità della vita dei cittadini.

Ambito territoriale dell'intervento
L’area scelta ha il suo baricentro tra le Piazze Cirillo, Trieste e Trento, Santa Croce e Benedetto XV, intorno alle quali è possibile individuare l’antico tessuto edilizio. L’area è costituita da porzioni dei quartieri Stella, Duca d’Aosta e Nazario Sauro ed è caratterizzata da rilevanti deficit infrastrutturali urbani, causa e/o conseguenza del depauperamento del tessuto produttivo e commerciale.

Linee d'azione
Le linee d’azione individuate, correlate ai tre assi portanti del Programma, si concretizzano nei seguenti obiettivi specifici:
- Miglioramento dell’accessibilità e riqualificazione degli spazi pubblici;
- Recupero di immobili con destinazione pubblica e d’uso sociale;
- Nuove attrezzature e funzioni al servizio del cittadino;
- Interventi a sostegno della rivitalizzazione del centro storico;
- Interventi di promozione a sostegno di un prodotto di qualità delle imprese maggiori;
- Interventi di sostegno alla sicurezza urbana.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©