Politica / Politica

Commenta Stampa

Sulla scelta del coordinatore Palma risponde a Caldoro

Politiche 2013, il Pdl presenta i candidati


.

Politiche 2013, il Pdl presenta i candidati
28/01/2013, 16:59

Napoli – E’ il giorno della presentazione dei candidati questo per il Pdl. All’hotel Ramada vengono tirate le somme di un lungo periodo di preparazione alla campagna elettorale, ma quella di questa mattina è anche l’occasione per rispondere alle diverse critiche che sono state mosse nei giorni scorsi al partito ed alle sue liste.

“Le polemiche le abbiamo dimenticare appartengono al passato è il momento di lavorare, seriamente e duramente, per il raggiungimento di un obiettivo comune – dichiara il coordinatore del partito -  che è quello della vittoria sia a livello nazionale che regionale in riferimento al senato. Noi siamo convinti di vincere al senato in Campania e idi vincere alla camera a livello nazionale”.

A chi gli chiede di dare un motivazione al cittadino per votare Pdl il prossimo 24 e 25 febbraio, Nitto Palma risponde così: “ Noi abbiamo una offerta molto chiara sul piano delle tasse, penso Imu, al piano lavoro, alla possibilità di assumere senza pagare per più di cinque anni i contributi, penso alla sicurezza, alla crescita, allo sviluppo. Abbiamo una offerta chiara di centrodestra, insomma, che non c’è dalle altre parti”.

Tra i punti su cui, specie al Sud, il Pdl dichiara di voler investire c’è il lavoro per i giovani. “Bisogna interrogarsi cu come evitare che l’Italia, ma in modo particolare il Sud del Paese, sforni talenti che poi vadano ad arricchire o il Nord o addirittura altri Paesi. Per fare questo  - dichiara Mara Carfagna, candidata alla Camera Campania 2 per il Pdl - c’è bisogno che ci sia un mercato del lavoro che sia competitivo e non è certo la riforma Fornero che può aiutare in questa direzione”.

E’ l’ex presidente della Provincia, Luigi Cesaro, attualmente candidato alla Camera Campania 1 per il Pdl, a lanciare poi un appello ai cittadini indecisi per il voto. “L’appello che bisogna fare è che i nostri elettori che sono indecisi e che hanno vissuto un grande momento di sbandamento devono tornare alla casa madre, se riusciamo a fare questo porteremo sicuramente la vittoria in porto”.

E tra la frenesia del giorno della presentazione dei candidati, Nitto Palma trova anche il tempo per replicare al Governatore Stefano Caldoro che aveva sostenuto che alla guida del partito in Campania avrebbe preferito un coordinatore locale. “Sono in linea di massima convinto che lui abbia ragione. Devo solo fare una postilla, segnalando che il ruolo del coordinatore regionale è un ruolo di garanzia dal momento che lo statuto assegna ai coordinatori provinciali il massimo delle responsabilità. Se questo è l’aspirazione della dirigenza campana, comunque non troveranno ostacolo in me. So però per certo che dopo le elezioni all’interno del partito sul ruolo del coordinatore regionale ci sarà un ampia riflessione”.

 

 

 

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©