Politica / Regione

Commenta Stampa

Politiche sociali, assessore Russo: "Sul Burc tre bandi da 40 mln di fondi europei"


Politiche sociali, assessore Russo: 'Sul Burc tre bandi da 40 mln di fondi europei'
01/08/2011, 12:08

“Con la pubblicazione sull'odierno numero del Burc (Bollettino Ufficiale Regione Campania) di tre bandi, a valere su fondi europei e per un ammontare complessivo di circa 40 milioni di euro, prende il via ufficialmente il Piano per la governance dei servizi alla persona”. Ne dà notizia l'assessore regionale all'Assistenza sociale della Campania, Ermanno Russo.
“Come annunciato nelle scorse settimane – prosegue l'assessore –, si tratta di un programma operativo di investimenti, che nel biennio 2011-2012 metterà in campo azioni di sistema, non più dunque finanziamenti a pioggia ed interventi una tantum, per un ammontare complessivo di oltre 180 milioni di euro. L'obiettivo mio personale e di tutta la giunta Caldoro è quello di elevare il capitale professionale degli operatori e, allo stesso tempo, potenziare e rilanciare le infrastrutture sociali”.
“Questi primi tre bandi – spiega Russo – individuano dei target ben precisi di beneficiari e prevedono una strategia integrata per favorire ricadute concrete sul territorio. I target scelti sono sostanzialmente due: giovani ed operatori sociali. Il catalizzatore individuato perché gli effetti siano reali e giungano in tempi brevi agli utenti finali, ai cittadini, è invece l'infrastruttura sociale”.
Di qui l'assessore sottolinea: “Tutte e tre gli avvisi sono concatenati e ruotano intorno alla creazione e gestione dei Centri polifunzionali (30 milioni di euro a valere su risorse del Fondo sociale europeo e del Fondo sociale di sviluppo regionale). Il secondo passaggio è quello della formazione finalizzata (2,8 milioni di euro), che passa per l'acquisizione della qualifica di animatore sociale e tecnico dell'accoglienza sociale, profili per cui è previsto l'impiego sui singoli territori, una volta terminata la fase formativa, all'interno degli stessi Centri polifunzionali. Il terzo passaggio di questa prima fase del Piano prevede poi il coinvolgimento diretto dei giovani, con il supporto degli Ambiti sociali e dei Comuni capofila, per la realizzazione di progetti innovativi (5 milioni di euro la cifra complessiva dello stanziamento, fino ad un massimo di 25mila euro il finanziamento per ciascun progetto)”.
“Sono questi i primi interventi – conclude Russo – del più ampio programma di investimenti per la governance dei servizi alla persona, che in un periodo di crisi economica strutturale e di azzeramento dei trasferimenti statali per il welfare rappresenta un momento di svolta nel settore dei servizi alla persona, dimostrando che è possibile impegnare concretamente e spendere i fondi europei sulla base di progettualità concrete”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©