Politica / Regione

Commenta Stampa

Politiche sociali: il gruppo Gesco vince ricorso al Tar contro il Comune di Vico Equense


Politiche sociali: il gruppo Gesco vince ricorso al Tar contro il Comune di Vico Equense
02/08/2011, 17:08

NAPOLI – Il gruppo di imprese sociali Gesco ha vinto il ricorso al Tar contro il Comune di Vico Equense, che contestava la decisione dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gennaro Cinque di rinunciare alla gestione consorziata dei servizi sociali dei Comuni della penisola e dell’isola di Capri.

Nello specifico, il Comune di Vico Equense aveva deciso di uscire dal Piano sociale di zona e di rescindere la convenzione per la gestione in forma associata dei servizi sociali con i comuni della penisola Sorrentina e dell'isola di Capri (Ambito Napoli 13), affidando direttamente - senza indire alcun bando pubblico – a cooperative e associazioni gli stessi servizi. Il gruppo Gesco è intervenuto contro questa decisone impugnando l’atto e adducendo, tra le principali motivazioni, il fatto che l’intento di provvedere alla gestione diretta dei servizi socio assistenziali celerebbe, in realtà, l’intenzione di procedere ad affidamenti diretti non consentiti dalla legge: per la gestione diretta dei servizi sociali e socio-assistenziali è, infatti, necessario, che il Comune adoperi personale proprio e non li affidi, invece, a cooperative e, ancor meno, ad associazioni di volontariato che non possono svolgere attività alcuna dietro compenso. Il Tar ha riconosciuto la fondatezza del ricorso dichiarando anche che l’omissione di indire una gara ha determinato una restrizione della concorrenza, impedendo a Gesco e ad altre realtà del terzo settore di manifestare il proprio interesse. Ciò rende illegittima la delibera impugnata che è stata annullata.



“Il Comune di Vico Equense - spiega Michele De Angelis, vicepresidente di Gesco - ha affidato i servizi sotto costo, penalizzando sia i lavoratori sociali che i cittadini che usufruiscono delle prestazioni socio-assistenziali”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©