Politica / Regione

Commenta Stampa

Politiche sociali: torna in piazza il movimento IL WELFARE NON E' UN LUSSO


Politiche sociali: torna in piazza il movimento IL WELFARE NON E' UN LUSSO
21/06/2011, 15:06

Napoli – Giovedì 23 giugno 2011 a partire dalle ore 9.00 si terrà a Napoli una manifestazione organizzata dal movimento Il welfare non è un lusso, che riunisce circa 200 cooperative e associazioni della Campania in rappresentanza di migliaia di operatori sociali.

La manifestazione si terrà in occasione della giornata nazionale promossa a Roma dal Forum del Terzo Settore e dalla campagna I diritti alzano la voce, in collaborazione con Il welfare non è un lusso.

La manifestazione vuole riportare all’attenzione del Governo la questione dei tagli alla spesa sociale che stanno mettendo in ginocchio le realtà del terzo settore e a rischio i servizi socio-assistenziali per migliaia di persone in tutto il Paese.

A Napoli i manifestanti partiranno da piazza Municipio per recarsi presso la sede della Regione Campania a Via Santa Lucia.

Il movimento Il welfare non è un lusso ha scelto di partecipare con una delegazione alla mobilitazione nazionale a Roma e di tenere in concomitanza una manifestazione a Napoli, affinché dal capoluogo partenopeo parta un segnale forte di attenzione alle politiche sociali, sia per la gravità della crisi del welfare a livello locale che in virtù della sensibilità già mostrata dal nuovo sindaco Luigi De Magistris verso i problemi del welfare.

In particolare la manifestazione vuole rilanciare alcune questioni nodali in materia di politiche sociali, puntando, tra gli altri obiettivi, a chiedere al Governo nazionale un più forte investimento per il sistema dei servizi sociali del Meridione; alla Regione Campania di destinare urgentemente più risorse economiche alla spesa sociale e di sbloccare i trasferimenti al Comune di Napoli dei fondi per il sociale bloccati per questioni burocratiche e al Comune di attivare urgentemente un piano di rientro del debito verso le organizzazioni del terzo settore.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©