Politica / Napoli

Commenta Stampa

Polizia Municipale, controllo trasporto scolastico e Movida sicura, irregolari 23 pulmini su 25


Polizia Municipale, controllo trasporto scolastico e Movida sicura, irregolari 23 pulmini su 25
13/11/2012, 15:04

Nella mattinata di ieri, 12 novembre, nella zona ospedaliera, è stata effettuata un’operazione di polizia stradale mirata al controllo degli esercenti l’attività di trasporto scolastico.

L’operazione ha determinato il controllo di 25 “pulmini gialli” e ha comportato l’accertamento di 23 irregolarità di cui, nel dettaglio:

Ø  Nr. 10 violazione art 169 CdS per trasporto passeggeri in sovrannumero;

Ø  Nr. 5 violazioni art 78 CdS, per modifiche alle caratteristiche costruttive del veicolo (essenzialmente montaggio di ulteriori sedili o panche);

Ø  Nr. 3 violazioni art. 85 CdS per esercizio abusivo dell’attività (mancanza di licenza);

Ø  Nr. 2 violazioni art 80 CdS per omessa revisione del veicolo;

Ø  Nr. 2 violazioni art 116 CdS per mancato possesso della patente di guida;

Ø  Nr.1 violazione art 214 CdS per circolazione con veicolo sottoposto a fermo amministrativo.

 

Ulteriori analoghe operazioni saranno predisposte nei prossimi giorni in altre zone della città.

 

Proseguono, inoltre, i controlli per una movida sicura. Nello scorso fine settimana la Polizia Municipale ha attuato circa 150 controlli nelle zone di Bagnoli e Posillipo, sia per quanto riguarda la velocità che l’assunzione di sostanze alcoliche o psicotrope. I controlli hanno portato all’accertamento di 5 violazioni per la velocità e di 24 violazione per l’assunzione di alcol e droga di cui 16 di tipo penale, più altre 44 violazioni, di tipo amministrativo, del Codice della Strada.

Nella giornata di domenica, poi, l’intervento per un sinistro grave in via Don Guanella, dove a causa dello scontro tra un autoveicolo e un Honda Transalp, uno dei due passeggeri di quest’ultimo, subiva lesioni tali che i sanitari del Cardarelli lo giudicavano guaribile con prognosi riservata. Il passeggero risultava detenuto agli arresti domiciliari per cui veniva denunciato per evasione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©