Politica / Regione

Commenta Stampa

Si parte da via Mazzini e via Garibaldi

Pollena Trocchia, al via lavori di riqualificazione


Pollena Trocchia, al via lavori di riqualificazione
01/04/2010, 16:04

POLLENA TROCCHIA - Tra i progetti a medio e lungo termine nel mirino dell’amministrazione Pinto, c’era la riqualificazione di via Garibaldi e via Mazzini, due arterie storiche che attualmente rivestono un ruolo importantissimo per la viabilità cittadina e per l’immissione sulla strade extraurbane. Ebbene, entro qualche mese, le opere di restyling avranno inizio, grazie ai fondi Por che l’amministrazione diretta dal sindaco Francesco Pinto è riuscita ad ottenere. Un milione e cinquecentomila euro: questo il badget di cui il municipio si servirà per riportare a nuova vita l’ex via Ottaviano. “L’apertura di questi cantieri è il frutto del lavoro serio condotto da questa squadra di governo e che porterà presto a riqualificazione due delle arterie più antiche della nostra cittadina – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Auriemma – Si tratta di un progetto importantissimo sia per i cittadini che per i commercianti che da anni chiedevano questo intervento”. “E’ un altro straordinario obiettivo raggiunto dalla nostra amministrazione, centrato grazie alla dedizione e all’impegno – ha commentato il sindaco Francesco Pinto – Le arterie in questione rappresentano dei punti chiave per il raggiungimento del Santuario della Madonna dell’Arco e quindi per il turismo religioso, e sono cruciali per il traffico, dal momento che immettono sulla Statale del Vesuvio. Si tratta di un intervento strategico, inquadrato in un’ottica di complessiva riqualificazione del territorio”. Il progetto prevede la sistemazione del manto stradale e dei sottoservizi, il rifacimento dei marciapiedi, della pubblica illuminazione e dell’arredo urbano. I cantieri verranno aperti entro i prossimi centoventi giorni e per tutta la durata dei lavori la zona sarà soggetta ad un piano traffico speciale finalizzato a limitare al minimo i disagi per gli automobilisti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©