Politica / Politica

Commenta Stampa

Pompei, Bossa e Impegno: “Il Grande Progetto del Governo è aspettare che crolli tutto?”


Pompei, Bossa e Impegno: “Il Grande Progetto del Governo è aspettare che crolli tutto?”
26/11/2013, 16:32

ROMA - “Forse il Governo ha deciso di risolvere i problemi dell’area archeologica di Pompei attendendo che crolli tutto, pezzo dopo pezzo. Ma noi non possiamo consentirlo. Non ci stancheremo mai di chiedere al Ministro Bray di fare in fretta. Non è più tempo di passerelle e annunci. Qui, o si agisce rapidamente o di Pompei non resta più niente”. Lo dichiarano i deputati napoletani del Pd, Luisa Bossa e Leonardo Impegno.
“Ogni settimana – continuano i due parlamentari – stiliamo il bollettino dei crolli. L’altro giorno è toccato a buona parte dello stucco della vasca del peristilio, all’interno della Casa del Torello. Poi uno squarcio nel muro di cinta delle Terme centrali. Prima ancora vari crolli in viale dell’Abbondanza. Se il Grande Progetto Pompei del Governo è farla crollare tutta, ce lo dicessero e ci mettiamo l’anima in pace”.
“La verità – concludono Bossa e Impegno – è che su quell’area archeologica l’Italia si sta giocando un pezzo di credibilità internazionale. Nonostante tutto è uno dei monumenti più visitati al mondo e ogni crollo all’interno degli scavi è una macchia sulla reputazione del nostro Paese. Ripetiamo ancora una volta l’appello al Ministro: faccia presto, nomini il Direttore generale previsto dal suo decreto, faccia partire rapidamente le azioni programmate. Prima che sia troppo tardi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©