Politica / Politica

Commenta Stampa

Pompei e Pozzuoli “unite” da un patto di amicizia


Pompei e Pozzuoli “unite” da un patto di amicizia
11/10/2011, 11:10

Pompei e Pozzuoli “unite” da un patto amicizia. Le due città hanno voluto suggellare un patto di amicizia finalizzato ad incentivare scambi di natura turistico-culturali ed economico-professionali tra due realtà diverse, ma con un passato che le accomuna.

“L’iniziativa – spiega il sindaco Claudio D’Alessio - nasce dal fatto che tra i due comuni è stato avviato un rapporto di reciproca amicizia, anche in considerazione del fatto che entrambe le città hanno una valenza storica, artistica e architettonica, che viene dal passato.

Il patto di amicizia è stato sottoscritto nell’ambito della manifestazione “Pompei è Città”, giunta all’ottava edizione, che ha reso la comunità pompeiana protagonista del panorama nazionale ed internazionale dal 3 al 9 ottobre.

“L’evento ‘Pompei è città’ – pone in evidenza il sindaco D'Alessio - è stato creato per consentire ai cittadini di accrescere il loro senso di appartenenza ad una città così ricca di cultura e di fede. La manifestazione vuole essere uno strumento per il recupero e la diffusione internazionale delle tradizioni culturali dell'antica ‘Valle di Pompei’, oggi meta del turismo mondiale e icona della pace universale, imperniate sull'opera del Beato Bartolo Longo”.

“Ringrazio Pompei e sono orgoglioso di aver stretto un Patto di Amicizia. Una collaborazione che si preannuncia florida per la nostra città - ha affermato il sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo- per promuovere lo scambio fattivo di risorse umane e di informazione, incoraggiando così la reciproca comprensione tra i cittadini delle due Città. Ma soprattutto per stabilire concrete operazioni di scambio e cooperazione in campo economico, scientifico, culturale, sanitario, sportivo e scolastico. Pompei e Pozzuoli sono unite dalle proprie origini, dalla storia, dalla storia e dai ritrovamenti archeologici. Unite intimamente, per la storia millenaria, mete di un turismo mondiale, oggi diventano 'amiche'. Un patto che dovrà essere saldo e proficuo per gli anni che verranno”.

Con la stipula dell'atto le due parti si impegnano a: cooperare attivamente, interagendo con tutti gli organismi nazionali ed internazionali, istituzioni, fondazioni e associazioni che condividano il valore delle origini e della memoria, per la realizzazione di convegni, seminari, mostre fotografiche, esposizioni culturali ed ogni tipo di attività finalizzata ad una concreta opera di sensibilizzazione pubblica allo scopo del riconoscimento della unicità e similarità dei luoghi. L'incontro tra i due comuni è stato reso possibile grazie all'impegno di Tobia Carannante, noto imprenditore di Pozzuoli, da sempre promotore di iniziative culturali.

Il sindaco di Pompei Claudio D'Alessio ha pubblicamente ringraziato il dottor Carannante per aver reso possibile la stipula del patto di amicizia tra i due Comuni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©