Politica / Regione

Commenta Stampa

Pompei, Scalzi (Pdl): sì a contributi privati

Nuova Soprintendenza speciale

Pompei, Scalzi (Pdl): sì a contributi privati
01/07/2013, 17:20

NAPOLI – “Sì ai contributi dei privati per gli Scavi di Pompei”.

Lo ha detto Luciana Scalzi (Pdl), vicepresidente della commissione Ambiente del Consiglio regionale della Campania.

“L'apertura del ministro Bray in questa direzione è particolarmente apprezzabile – ha aggiunto – anche se purtroppo è facile immaginare l'opposizione che arriverà da chi erroneamente considera una bestemmia il binonio cultura/impresa. Non è più il tempo di un 'partito della spesa' che continui a imporre una linea di gestione dei beni storici, culturali e archeologici basata sull'immobilismo e sull'assistenzialismo statalista”.

“Gli Scavi di Pompei sono un reperto unico nella storia del genere umano e, come tale, producono problemi di gestione e di organizzazione altrettanto imponenti. Forse, è arrivato il momento di dedicare all'area archeologica della provincia sud di Napoli una Soprintendenza speciale, svincolata da quella fin troppo ingombrante di Napoli”.

“Quanto al rischio che gli Scavi perdano, addirittura, il riconoscimento di patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, mi domando dove sono tutti i sedicenti esperti che hanno attaccato a testa bassa l'allora ministro dei Beni culturali Sandro Bondi ritenendolo la causa di tutti i mali del sito pompeiano. Se oggi, l'area archeologica più grande e famosa del mondo è a un passo dal tracollo non è certo per i cedimenti strutturali di qualche muro di cinta, ma per ragioni più profonde attinenti alla malagestione degli ultimi venti anni”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©