Politica / Politica

Commenta Stampa

PON Sicurezza, al via i nuovi progetti


PON Sicurezza, al via i nuovi progetti
12/07/2012, 15:07

Tra le proposte, 12 riguardano l’installazione di sistemi di videosorveglianza territoriale. Il finanziamento complessivo supera gli 8,4 milioni di euro.


Sono in tutto diciannove i progetti che hanno ricevuto il via libera nell’ambito dell’ultima riunione del Comitato di Valutazione del PON Sicurezza. I finanziamenti stanziati nell’ambito del Programma gestito dal Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza e cofinanziato dall’Unione europea, superano gli 8,4 milioni.
Anche in questa nuova tranche, tra le proposte approvate, molte sono quelle presentate dagli enti locali che riguardano la videosorveglianza territoriale. Il Comitato di Valutazione presieduto dall’Autorità di Gestione, prefetto Nicola Izzo, ne ha ammesse a finanziamento altre dodici. In Sicilia, sono stati approvati i progetti dei comuni di Terme Vigliatore (ME), Milazzo (ME), Taormina (ME), Troina (EN), Naro (AG) e quello del consorzio Tirreno Ecosviluppo. In Puglia, avranno sistemi di videosorveglianza i comuni di Ceglie Messapica (BR), Palagianello (TA), Minervino Murge (BT), San Marco in Lamis (FG), Casarano (LE). In Campania è stata invece la Provincia di Caserta a vedere approvato il progetto che prevede l’installazione di una rete di telecamere per il Comprensorio Aversano (Aversa, Casaluce, Frignano, Lusciano, Marcianise, Teverola e Trentola Ducenta).
Altri due progetti approvati oggi riguardano il riutilizzo di beni confiscati. In particolare, nel Comune di Martina Franca, il PON finanzierà i lavori di ristrutturazione di un villino bifamiliare confiscato alla mafia da adibire ad uso sociale. Lo stesso a Gricignano di Aversa (CE), dove il progetto “Legaliamoci il domani” prevede la riqualificazione ai fini sociali di un bene confiscato alla criminalità organizzata.
Un altro progetto, presentato dalla Procura Generale della Repubblica di Napoli, riguarda la formazione della Polizia Giudiziaria, mentre due proposte – presentate ancora dalla Procura Generale della Repubblica di Napoli e dalla Prefettura di Lecce - rientrano nella linea di intervento diretta a potenziare la dotazione tecnologica della Pubblica amministrazione per migliorarne efficienza e trasparenza.
Sono stati infine estesi e rimodulati due progetti già approvati in precedenza. Il primo riguarda il potenziamento e l’adeguamento dei sistemi di bordo dei veicoli dei Vigili del Fuoco; il secondo, presentato dalla Guardia di Finanza, prevede la realizzazione di un Sistema di Controllo e Monitoraggio Anticontraffazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©