Politica / Napoli

Commenta Stampa

Ponte di via Cilea, i primi 10 mesi del cantiere infinito


Ponte di via Cilea, i primi 10 mesi del cantiere infinito
17/02/2012, 16:02

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari ripropone su you tube un breve ma eloquente filmato dal titolo: “ Ponte di via Cilea a Napoli: i primi 10 mesi del cantiere infinito “ al link: http://www.youtube.com/watch?v=zAh_05_3iw0



“ Residenti e commercianti del Vomero, quartiere collinare di Napoli – afferma Capodanno nella presentazione - chiedono al sindaco di Napoli di conoscere per quando tempo ancora i napoletani dovranno soffrire a ragione del provvedimento limitativo che dal 19 aprile dell’anno scorso impedisce ai mezzi pesanti di transitare sul ponte di via Cilea. Sono passati già dieci mesi dalla relativa ordinanza e dall’installazione del cantiere con opere provvisionali. Peraltro è già da tempo che la municipalità ha approvato un documento che prevedeva la realizzazione dei lavori di consolidamento, mai iniziati “.



“ In questo contesto, i mezzi pesanti, specialmente quelli adibiti al trasporto merci, potrebbero essere comunque costretti a transitare sul ponte, non avendo altra alternativa valida per raggiungere l’area di piazza Vanvitelli – prosegue Capodanno -. Né, d’altra parte, si può pretendere una presenza continua e costante dei vigili urbani, pure di notte, per evitare che ciò accada. Le responsabilità di questo stato di cose sono tutte e solamente dell’amministrazione comunale che non provvede ad appaltare i lavori di risanamento“.



“ A patire di questa situazione – puntualizza Capodanno - sono, tra gli altri, gli utenti del trasporto pubblico su gomma, dal momento che alcune linee, come la 130, la 181, la C31 e la C32 non possono transitare più sul ponte. Di conseguenza, in una vasta area che si sviluppa intorno a piazza Vanvitelli, tra via Cimarosa e via Bernini, gli abitanti devono utilizzare almeno due autobus per raggiungere gli altri quartieri con i mezzi pubblici su gomma “.



“ Purtroppo – conclude Capodanno - è difficile immaginare che i lavori possano completarsi a breve, laddove all’atto del varo delle opere provvisorie di transennamento si era assicurato che in due o, al massimo, tre mesi tutti i problemi sarebbero stati risolti. Intanto proporrò alle altre associazioni del territorio collinare di organizzare un sit-in di protesta per far sentire la voce dei cittadini anche a palazzo S. Giacomo, con l’invito a partecipare esteso al sindaco di Napoli, che, peraltro, dovrebbe conoscere bene il problema visto che è vomerese “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©