Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Poon Sicurezza, accordo con Ferrovie dello Stato per apparati tecnologici all’avanguardia


Poon Sicurezza, accordo con Ferrovie dello Stato per apparati tecnologici all’avanguardia
28/07/2011, 12:07

Un patto fra PON Sicurezza e Ferrovie dello Stato per garantire una maggiore sicurezza sui treni e nelle stazioni delle regioni Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia). A siglarlo, questa mattina presso la sede del Ministero dell’Interno, l’Autorità di Gestione del PON Sicurezza, vice capo Vicario della Polizia di Stato, prefetto Nicola Izzo, e l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti.

L’accordo prevede di dotare gli operatori della Polizia Ferroviaria e di Ferrovie dello Stato di 350 apparati integrati mobili di ultima generazione, che permetteranno, tra l’altro, la trasmissione di dati, l’elaborazione di immagini e l’acquisizione di informazioni multimediali sul territorio. I palmari dialogheranno costantemente con un sistema applicativo centralizzato che verrà installato nelle Centrali Operative della Polfer di Napoli, Bari, Reggio Calabria e Palermo.

Per la dotazione di queste tecnologie il Programma Operativo Nazionale "Sicurezza per lo sviluppo - Obiettivo Convergenza 2007-2013", gestito dal Ministero dell’Interno e cofinanziato dall’Unione Europea, metterà a disposizione oltre 2,2 milioni di euro. Le Ferrovie dello Stato, dal canto loro, sosterranno le infrastrutture tecnologiche di alcuni compartimenti della Polizia ferroviaria e si impegnano a divulgare materiale informativo sul PON Sicurezza nelle stazioni e a bordo dei treni operanti nelle Regioni Obiettivo Convergenza.

“Oggi - ha dichiarato il prefetto Izzo - abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti per migliorare le condizioni di legalità nelle regioni Obiettivo Convergenza. Con l’uso delle nuove tecnologie sarà possibile tutelare ancora di più la circolazione di persone e merci sui treni, lungo le linee ferroviarie e nelle stazioni. Il collegamento multimediale tra gli operatori e le Sale Operative – ha aggiunto – consentirà di creare un vero e proprio network di sicurezza in grado di controllare in maniera ancora più efficace il territorio”.

“Tutte le Società del Gruppo FS - ha sottolineato l’Amministratore Delegato Mauro Moretti - sono a fianco del Ministero dell'interno e della Polizia di Stato, in particolare, nel quotidiano sforzo, anche organizzativo, a tutela delle persone e delle merci che circolano sulle ferrovie italiane. Grandi passi in avanti sono stati già fatti ma la sicurezza richiede un impegno ed un aggiornamento costanti. L'impiego di tecnologie avanzate, come quelle che saranno acquisite dopo questo Accordo, consentiranno di procedere proprio in questo senso.”

L’accordo firmato oggi con le Ferrovie dello Stato si inserisce nell’ambito delle finalità strategiche del PON Sicurezza che dedica uno dei suoi Obiettivi Operativi - l’1.2 - all’utilizzo di nuove tecnologie per migliorare la sicurezza delle vie di comunicazione nelle regioni Obiettivo Convergenza. Garantire il libero e sicuro utilizzo delle vie di comunicazione è infatti una condizione essenziale per stimolare lo sviluppo economico di quei territori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©