Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Porfidia (Noi Sud): "De Magistris la vittima perfetta"


Porfidia (Noi Sud): 'De Magistris la vittima perfetta'
11/11/2010, 17:11


ROMA - "In relazione alle ultime dichiarazioni dell’eurodeputato Luigi De Magistris riguardanti la mia persona ritengo di dover fare delle osservazioni” così la nota dell’on. Americo Porfidia. “E’ curioso – esordisce il deputato campano – che l’europarlamentare asserisca candidamente che il sottoscritto non sarebbe un problema per lui: in effetti a mio avviso, e per quanto mi riguarda il problema è lui e il suo modo di fare politica. La sua tecnica è ormai sotto gli occhi di tutti, screditare per ottenere credito. Quanto più riesce a screditare, tanto più crede di ricevere credito e consenso politico. Personalmente – sottolinea Porfidia – non ho mai apprezzato questo modo di creare consenso, è un modo basso che solo apparentemente risponde alle esigenze delle persone, ma che di fatto risponde a logiche mediatiche sensazionalistiche; quelle stesse logiche che stanno facendo toccare alla politica italiana i livelli più bassi mai raggiunti con il fatale risultato di allontanare le persone dalla politica. Mi indigna che il nostro eurodeputato, per attaccare me si nasconda dietro generici ed anonimi studenti universitari, chiamati in ballo per diffamare la mia persona. Ma forse si riferisce a quello studente che a Santa Maria a Vico, gli chiese l’autografo, ed il nostro “eroe borghese”, si rifiutò sprezzante. Quel ragazzo era un militante dell’Italia dei Valori ed a seguito di quell’episodio ha lasciato il partito. Ha ragione l’ex magistrato, il problema non era Americo Porfidia.
Ma oltre agli attacchi gratuiti alla mia persona – prosegue Porfidia – mi infastidisce l’atteggiamento che il De Magistris sta assumendo da qualche settimana a questa parte: per la sua nobile attività di salvatore della legalità nazionale sarebbe attaccato da tutti. Lui il bene, gli altri il male. I suoi amici il bene, i suoi nemici il male. Una logica che nella politica, così come nella vita non ha mai portato a buoni frutti. Si sta creando il ruolo della vittima perfetta, complimenti signor De Magistris. Una sola cosa: ma quando inizia a fare politica per e tra la gente?
“Lui afferma – aggiunge Porfidia - "ho svolto un'attività di magistrato che mi ha esposto e mi esporrà a nuovi processi di varia natura, perché ho indagato libero da condizionamento politico".
“Se ha lasciato la magistratura per questo – si chiede il deputato campano e sindaco di Recale -, e vuole apparire come una vittima, cosa dovrebbero dire tutti quei politici, che da anni sono impegnati nell’amministrazione degli Enti Locali, in particolar modo in territori ostici come la Campania ? O li facciamo Santi, oppure dovrebbero scappare tutti come vigliacchi. E quante volte mi è venuta la voglia di farlo in otto anni di sindaco, con le numerose denunce che mi ha rivolto la minoranza e con i notevoli procedimenti penali aperti a mio carico, tutti archiviati. Io sono rimasto al mio posto, nonostante desideroso di lasciare. Ho sempre pensato che andando via avrei tradito tutte quelle persone che mi avevano dato la loro fiducia politica e umana. Lui al contrario – conclude Porfidia - ha lasciato un organo dello Stato, che ha bisogno proprio di persone com’egli dice “che operano libere dal condizionamento politico", però guarda caso ha lasciato per fare il Parlamentare Europeo: qualcosa non mi torna.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©