Politica / Politica

Commenta Stampa

Porfidia (Noi Sud/PeT) "Ecomafie flagello del Sud, chiediamo intervento deciso del Governo"


Porfidia (Noi Sud/PeT) 'Ecomafie flagello del Sud, chiediamo intervento deciso del Governo'
04/11/2011, 16:11

Roma, 4 Novembre 2011- "Le Ecomafie rappresentano un vero e proprio flagello per il sud, chiediamo al Governo un intervento deciso per punire colpevoli e ridare dignità a territori e popolazione” lo afferma l’on. Americo Porfidia di “Noi per il partito del Sud”. “Negli ultimi anni – sostiene Porfidia - il Sud Italia nel suo complesso e la Regione Campania in particolar modo sono stati colpiti da una serie ininterrotta di offese ambientali ed i territori sono attualmente tra i più martoriati dell’intero continente europeo. L'attività delle cosiddette ecomafie è sotto gli occhi di tutti. In particolare grazie allo smaltimento illecito dei rifiuti i clan riescono a guadagnare cifre astronomiche con le quali allo stesso tempo possono controllare anche gli altri settori delle economie locali. L’attività di bonifica è in ritardo, mentre alcune zone della regione Campania sono ormai destinate ad ospitare a ritmi quotidiani roghi ed incendi di materiali e sostanze dannose all’ambiente e agli organismi. La nuova formazione “Noi per il partito del Sud” intende focalizzare al massimo l’attenzione dell’opinione pubblica e dell’attività politica in generale sui temi che maggiormente interessano i territorio meridionali. Il problema delle ecomafie è sicuramente uno dei punti da mettere in evidenza, e tra quelli sui quali batteremo con più insistenza. Del resto tramite l’attività illecita vengono smaltiti rifiuti industriali provenienti da tutta Italia, ma a pagarne le spese in termini di malattie e malessere sono prevalentemente i cittadini meridionali. I nostri terreni agricoli sono attaccati continuamente e così gli alimenti e l’intera catena alimentare. Apprezziamo gli sforzi sin qui fatti dal Governo e dal Ministro degli Interni nella lotta alla criminalità organizzata, ma si può e si deve fare di più. Chiediamo al Governo – conclude Porfidia – di fare maggiore pressione per perseguire i reati in oggetto e ridare alle giovani generazioni fiducia nel sud”



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©