Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Porfidia: "Profondo dolore per nuovo caduto, accelerare rientro truppe"


Porfidia: 'Profondo dolore per nuovo caduto, accelerare rientro truppe'
12/07/2011, 14:07

Roma, 12 luglio 2011- "Esprimo il mio più profondo cordoglio per la morte del primo caporal maggiore Roberto Marchini, ma il tributo di sangue deve cessare, acceleriamo il rientro delle truppe per evitare nuovi lutti” lo dichiara l’on. Americo Porfidia di Noi Sud e membro della Commissione Difesa “Con il geniere-paracadutista Marchini siamo giunti a 40 morti nello scenario di guerra Afghano. Lo abbiamo già detto e lo ribadiamo con forza, la missione italiana in Afghanistan deve terminare. Comprendiamo che vi sono tempi tecnici oggettivi e delle clausole di natura internazionale da rispettare, ma è bene che si avvii immediatamente il piano di rientro della missione. Non possiamo immaginare una nostra presenza a tempo indeterminato. Il tributo di sangue cresce, così come il dolore delle persone e delle famiglie, c’è anche il rischio di abituarsi a situazioni di questa natura e non possiamo proprio accettarlo. Quei ragazzi che muoiono, Marchini aveva 28 anni, sono vite spezzate che meritano tutto il nostro rispetto e attenzione. Lo chiedo al Governo – conclude Porfidia – riportiamo i nostri ragazzi a casa, anche perché se non ci sarà un cambiamento radicale di strategia, chiederò un incontro interno al gruppo per verificare se su questa materia la posizione di sostegno alla maggioranza sia o meno scontato”



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©