Politica / Politica

Commenta Stampa

Porfidia: "Provincia di Caserta martoriata"


Porfidia: 'Provincia di Caserta martoriata'
02/10/2012, 16:36

Roma, 2 ottobre 2012 - "Sono davvero amareggiato per le risposte evasive che il Sottosegretario alla Difesa ha dato alle mie domande riguardo alla paventata chiusura del DMML di Caserta, che il Ministro Di Paola ha messo nero su bianco con la sua circolare del 9 agosto scorso sul Riordino della Sanità Militare in senso interforze. Il Sottosegretario si è limitato a ripetere quanto scritto nella direttiva surrichiamata che prevede la chiusura del DMML di Caserta, segno che questo Governo non ha compreso ancora la drammatica situazione del territorio in questione e la sempre più irresponsabile lontananza che il potere istituzionale mostra verso la sua cittadinanza” Lo dichiara l’on. Americo Porfidia a seguito del question time svolto in Commissione Difesa di cui è membro. All’invito del Sottosegretario di fare sacrifici ed evitare facili campanilismi il deputato casertano ha tuonato: “I cittadini e la Provincia di Caserta non vogliono sottrarsi ai sacrifici cui tutti sono chiamati in questo periodo, ma è bene precisare che i provvedimenti presi del Governo sulla Provincia di Caserta di razionale non hanno proprio nulla. La verità – ha specificato il deputato campano – è che il nostro territorio viene martoriato in continuazione su più fronti: una Provincia che registra picchi incontrollati di criminalità organizzata non può vedersi chiudere un Tribunale e non può subire una spaccatura per creare un fantomatico Tribunale Napoli Nord cui vengono accorpati 19 Comuni della suddetta Provincia. In questi provvedimenti non riusciamo proprio a scorgere quella razionalità che però viene invocata nei nostri confronti al fine di accettare i provvedimenti governativi. Il punto è molto semplice – ha concluso Porfidia – e lo andiamo ripetendo da diverso tempo nell’Aula parlamentare: se questo Governo continua lungo questo percorso fra non molto la popolazione, sempre più esasperata e stretta nella morsa disoccupazione-criminalità, finirà per perdere l’unico legame che ancora la lega allo Stato: la FIDUCIA.”

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©