Politica / Regione

Commenta Stampa

Il comune di Pozzuoli si affida al nuovo traghettatore

Pozzuoli punta alla “salvezza” con il Commissario Aragno


Pozzuoli punta alla “salvezza” con il Commissario Aragno
07/06/2010, 14:06

Oggi il Commissario prefettizio di Pozzuoli, Roberto Aragno, festeggia il suo primo “mesiversario” nella casa comunale di via Tito Livio.
Da funzionario di polizia alla Questura a Vice Capo Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali presso il Ministero dell’interno; da incaricato nella squadra mobile della Criminalpol e nella digos di Milano a Capo di Gabinetto della Prefettura-Lira di Bergamo a componente della Commissione Straordinaria per la gestione del Comune di Monasterace a Commissario prefettizio del Comune di Termoli; fino allo scorso 7 maggio, quando è sbarcato a Pozzuoli
Il sessantaduenne bergamasco, che vanta alle spalle una lunga carriera professionale, traghetterà il comune sino alle prossime elezioni amministrative, messe in calendario per la prossima primavera.
“Il mio obiettivo è lasciare il Comune di Pozzuoli in condizioni migliori rispetto a quelle attuali. Mi sento ormai parte di questa città ed intendo lavorare al meglio.
La sfida principale è quella finalizzata a superare le difficoltà economiche. E’ necessario tagliare gli sprechi per rimpinguare le casse. A breve ripartiremo con la vendita dei beni immobiliari di proprietà del comune, già avviata dalla scorsa amministrazione senza alcun esito. Naturalmente ci sarà l’abbattimento dei vecchi costi di vendita”.
Esordisce così il dottor Aragno, che si pone due importanti impegni come traguardo per alleggerire la mole di lavoro. “Urge una riorganizzazione complessiva della macchina comunale; a breve mi occuperò del rendiconto consultivo e del Bilancio di previsione”.
Ad affiancarlo nella guida della “capitale” flegrea, ci sono i due sub Commissari Maddalena De Luca e Ciro Silvestro.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©