Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Tensione in aula

Precari della scuola: slitta l'esame del dl


Precari della scuola: slitta l'esame del dl
20/10/2009, 22:10

E' slittato a mercoledì l'esame alla Camera del decreto legge sui precari della scuola. A Montecitorio è stata una giornata movimentata con maggioranza ed opposizione ai ferri corti e il presidente di turno, Maurizo Lupi, accusato dall'opposizione di di aver favorito la coalizione di governo. Durante l'esame del decreto, la maggioranza è stata battuta per dieci voti. Ad aumentare la tensione, un emendamento respinto dall'aula con 269 si e 271 no e 2 astenuti. Il risultato è stato determinato dal voto di Carolina Lussani, entrata a votazione aperta. A questo punto il capogruppo del Pd ha urlato al presidente Lupi la scorrettezza che ha replicato di aver soltanto rispettato il regolamento. Di qui la bagarre in aula. Solo l'arrivo del presidente della camera, Gianfranco Fini, ha riportato la calma. Intanto la novità principale che dovrebbe essere inserita nel decreto legge sui precari della scuola in esame mercoledì, è la graduatoria unica a partire dal 2011. Nel testo che è stato presentato per l'Aula si legge: "Il decreto con il quale il ministro dell'Istruzione dell'università e della ricerca dispone l'integrazione e l'aggiornamento delle predette graduatorie per il biennio 2011-2012 e 2012-2013" è improntato "al principio del riconoscimento del diritto di ciascun candidato al trasferimento dalla provincia prescelta in occasione dell'integrazione e dell'aggiornamento per il biennio scolastico 2007-2008 e 2008-2009 ad un'altra provincia di sua scelta con il riconoscimento del punteggio e della conseguente posizione di graduatoria". Il che dovrebbe portare dal 2011 alla riduzione a due del numero di province per le quali si può esercitare l'opzione da parte degli insegnanti, nonché introdurre l'inserimento nelle graduatorie secondo la modalità cosiddetta 'a pettine' e dunque introdurre una sorta di graduatoria unica.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©