Politica / Politica

Commenta Stampa

Presentato esposto contro Renzi per pubblicità a pagamento

Firmato da Bersani, Tabacci, Puppato e Vendola

Presentato esposto contro Renzi per pubblicità a pagamento
29/11/2012, 15:29

Tutti contro Renzi. E’ stato presentato un esposto ai Garanti da parte di Bersani, Tabacci, Puppato e Vendola. L’accusa è “palese violazione del codice di comportamento dei candidati e dei principi regolamentari” per le pubblicità a pagamento, che andrebbe contro il “Codice di comportamento dei candidati” alle primarie di centrosinistra. In pratica oggi (giovedì) sono stati pubblicati su alcuni quotidiani nazionali alcune pubblicità a pagamento, che invitano alla registrazione all’albo degli elettori per il turno di ballottaggio del 2 dicembre. Questo andrebbe contro il codice, secondo il quale: “1) La pubblicità contenuta in tale pubblicazione, apparentemente ''istituzionale'' non è stata deliberata ne' pubblicata dal Coordinamento nazionale delle Primarie, unico organismo preposto e legittimato a farlo; 2) La pubblicità  contenuta in tale pubblicazione eè ingannevole, in quanto suscita la convinzione che chi non si è iscritto all'Albo degli elettori entro la data del 25 novembre e, di conseguenza non ha votato al primo turno, può  farlo semplicemente richiedendo la registrazione ''tout court'', senza specificare che, in realtà, la tipologia dei casi ammissibili è  rigorosamente disciplinata; 3) La pubblicità contenuta in tale pubblicazione è palesemente riconducibile al candidato Matteo Renzi, in quanto specifica che ''e' possibile inviare la richiesta (di registrazione) tramite il sito www.domenicavoto.it .”.  Dura la reazione del presidente dei garanti Luigi Berlinguer: “C'è chi sta provando ad inquinare l'informazione e a disinformare. Ma questo non è quello che abbiamo deciso insieme. Ai comitati stanno arrivando una serie di richieste di registrazioni, non singole ma seriali, e questo inganna gli elettori e turba il sereno svolgimento del ballottaggio".

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©