Politica / Parlamento

Commenta Stampa

PRESENTATO IL PRIMO VADEMECUM DI NUMERI UTILI IN BRAILLE


PRESENTATO IL PRIMO VADEMECUM DI NUMERI UTILI IN BRAILLE
13/10/2008, 17:10

‘’Le Istituzioni pubbliche  devono imparare a comunicare insieme, devono fare squadra, sperimentare nei fatti la collaborazione interistituzionale. A Benevento si fanno tante iniziative interessanti a favore delle fasce deboli. Ma spesso ci si muove in maniera isolata. Eppure le Istituzioni locali possono realizzare programmi comuni, per centrare obiettivi condivisi’’. Così si è espressa la presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo, che stamane ha partecipato a Villa dei Papi alla presentazione del Vademecum in braille contenente i numeri di pubblica utilità per la provincia di Benevento. L’iniziativa editoriale a favore dei non vedenti è stata promossa dall’Ufficio relazioni per il pubblico dell’Asl Benevento1, guidato da Anna Bisesti, in collaborazione con l’Editore di Pagine sì, specializzato in elenchi telefonici tematici.

‘’Le Istituzioni pubbliche ha aggiunto Lonardo - non possono rivolgersi alle fasce più deboli in maniera episodica, tantomeno devono mostrare atteggiamenti pietistici. Le iniziative di comunicazione, di informazione a favore delle persone che non vedono, che non sentono, che vivono un qualunque disagio, devono diventare la regola, non più l’eccezione’’.
Secondo il presidente del Consiglio, ‘’le pubbliche amministrazioni  hanno il dovere di comunicare con tutti, senza distinzione, in maniera semplice, trasparente e dunque più efficace. Non solo: devono  avere l’umiltà di ascoltare. La politica dell’ascolto  - ha proseguito Lonardo - è essenziale; le strutture preposte alla comunicazione pubblica, come l’Urp, possono rivelarsi utili strumenti di ascolto delle reali esigenze delle nostre comunità locali. E’ su questa strada che bisogna insistere. In Consiglio regionale stiamo facendo grandi sforzi per raggiungere questi risultati. Ecco perché questa mattina  - ha concluso il presidente del Consiglio regionale - sono particolarmente lieta di fare da ‘testimone’ per questo ‘nuovo corso’.  
‘’Quella che presentiamo oggi è la prima iniziativa di comunicazione istituzionale a favore dei non vedenti avviata da un’Amministrazione pubblica nel Sannio – ha sottolineato la responsabile dell’Urp Anna Bisesti -. E’ solo un primo tassello e mi auguro che si possa continuare su questa strada, insieme agli altri Enti territoriali. Il mio sogno – ha concluso Bisesti – è realizzare, anche attraverso i fondi europei, una rete di comunicazione integrata che permetta ai non vedenti di  ‘leggere l’arte’,  di  usufruire del nostro patrimonio artistico e culturale. Per questo motivo sulla copertina del vademecum in braille abbiamo voluto stampare una tela di Rosanna Avenia, intitolata, non a caso, ‘Oltre lo sguardo’.
Grande soddisfazione per l’iniziativa è stata espressa dai rappresentanti dell’Unione nazionale ciechi. ‘’Qui a Benevento si sta scrivendo una nuova pagina della storia della nostra Associazione – ha affermato il presidente regionale dell’Uic, Pietro Piscitelli -. I ciechi non sono più soggetti da assistere ma persone attive, protagoniste della società’’. ‘’L’integrazione non è più un sogno, se a sognare siamo tutti – ha aggiunto il segretario provinciale dell’Uic, Antonio Leparulo -. La civiltà di una società si misura dalla sua capacità di essere solidale nei fatti’’.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©