Politica / Politica

Commenta Stampa

Presentazione progetto "Riscrivere la città"


Presentazione progetto 'Riscrivere la città'
11/04/2012, 12:04

A Cardito al via “Riscrivere la città”, il progetto voluto dalla Fondazione Con il Sud e dalla Fondazione Vodafone Italia Presentazione giovedì 12 aprile ore 18.00 – Sala Consiliare Comune di Cardito

“Riscrivere la città” attraverso laboratori, percorsi educativi, un video fatto da studenti e sportelli informativi. E’ il progetto che ha la Biblioteca comunale di Cardito al centro di un processo che, insieme a tutta la comunità, valorizzando i saperi, le culture, le storie di ognuno, oltre che la storia collettiva, vuole riscrivere insieme la città e il suo futuro. La biblioteca si apre alla città, l’accoglie e la attraversa.

Il progetto durerà 24 mesi e si svilupperà in 4 azioni concomitanti. “Riscrivere la città” sarà presentato domani alle 18 presso la Sala consiliare del Comune di Cardito, alla presenza del sindaco di Cardito Giuseppe Barra, l’assessore alla Pubblica istruzione e alle Politiche giovanili Andreina Raucci, la responsabile della biblioteca Carmela Sannino, il rappresentante di Cantiere Giovani Pasqualino Costanzo.

In particolare le attività saranno: uno sportello informativo dal lunedì al venerdì presso la biblioteca comunale di Cardito su avviamento al lavoro, impegno civile e occasioni di volontariato internazionale; un concorso audiovisivo a tema nelle scuole con la realizzazione di un video finale; laboratori professionalizzanti nel settore sociale con la creazione di un’impresa socioculturale. La domenica mattina, infine, il piazzale antistante la biblioteca sarà teatro di attività che vedranno impegnate persone di ogni fascia di età e a cui collaboreranno i ragazzi del Liceo Artistico di Cardito.

Il progetto “Riscrivere la Città” è realizzato da Cantiere Giovani in partnership con il Comune di Cardito e fa parte del bando “Invito Biblioteche e Coesione Sociale 2011” promosso dalla Fondazione Con il Sud e dalla Fondazione Vodafone Italia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©