Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Pride, Borsellino: Paese che non garantisce diritti

Non c'è futuro

Pride, Borsellino: Paese che non garantisce diritti
14/06/2013, 13:30

“Un Paese che non sa garantire i diritti dei suoi cittadini è un Paese che non ha futuro. E, ancora peggio, un paese che non sa lottare per i diritti dei suoi cittadini è un paese destinato al fallimento. Per questo, il Pride rappresenta un motivo di speranza per l’Italia. Le istanze di cui è portatore non appartengono a una parte della società, ma a tutti. E l’orgoglio che pervade queste istanze è l’orgoglio di un Paese che è ancora capace di indignarsi e di lavorare ogni giorno per un futuro migliore”. Lo dice Rita Borsellino, deputato del Parlamento europeo, in merito al Pride che si è aperto oggi a Palermo. “Da palermitana – continua – l’orgoglio è doppio. Con il Pride, la mia città torna a vestire i panni di quel centro nevralgico di culture, contaminazioni e dialogo che è stata per secoli. Una città che ha saputo ribellarsi alla mafia, ponendosi all’avanguardia in Italia e nel mondo nella lotta per la legalità.  E che oggi può lanciare un monito al resto del Paese come al resto del globo sul fronte dei diritti umani. Perché di questo, di diritti umani, il Pride parla a tutti noi”.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©