Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Prima riunione degli europarlamentari: Rivellini illustra proposta "Napoli"


Prima riunione degli europarlamentari: Rivellini illustra proposta 'Napoli'
14/07/2009, 16:07

Nell’ambito del primo incontro ufficiale tra il Governo Italiano, rappresentato dal Ministro delle Politiche Comunitarie Andrea Ronchi, e i parlamentari europei eletti in Italia, il deputato della circoscrizione Italia Meridionale Enzo Rivellini ha preso la parola per illustrare la proposta di candidare Napoli a sede dell’Assemblea parlamentare Acp/Ue.
Rivellini spiega: «Ho illustrato ieri, in occasione della prima riunione del governo con gli eurodeputati eletti in Italia, la mia idea di portare a Napoli una delle sedi dell’Assemblea parlamentare paritetica Acp / Ue.
Il Governo Berlusconi ha voluto questo incontro con gli euro-parlamentari italiani per fissare le priorità della nuova legislatura della massima assise continentale e per questa ragione ho chiesto di inserire la mia proposta di Napoli sede dell’Assemblea Acp/Ue tra le prime iniziative da sostenere presso le istituzioni europee.
Ho riscontrato una generale approvazione alla mia idea e ritengo che si possa lavorare tutti insieme per arrivare ad un ampia convergenza sulla proposta di risoluzione che sottoporrò alle due commissioni competenti del Parlamento Europeo.
Ora vi è bisogno delle forze politiche, delle forze culturali, imprenditoriali, ecc. per fare in modo che l’obiettivo venga raggiunto.
Durante la riunione di ieri in cui ho preso la parola accanto a me era seduto il deputato Borghezio, col quale ho amabilmente discusso della mia idea, ed ho riscontrato che anche i colleghi leghisti non sono contrati alla proposta.
Proprio in questi giorni, inoltre, ho potuto riscontrare che una piccola città come Strasburgo si è radicalmente trasformata perchè ospita una delle sedi del Parlamento Europeo. Trovo, quindi, importante che si prosegua sul percorso avviato alcune settimane fa, anche in collaborazioni con le Istituzioni italiane come il Comune di Napoli con l’amministrazione Iervolino ed il Governo nazionale col Ministero delle Politiche comunitarie guidato da Ronchi, per arrivare ad ottenere questo importantissimo traguardo.
Napoli, costituendo la cerniera tra l’Europa, l’Africa ed il Medio-oriente è il ponte naturale tra i Paesi “produttori di prodotti” ed i Paesi “produttori di idee”: per questo motivo non può che essere al centro delle attività di Istituzioni come l’assemblea parlamentare Acp-Ue. Napoli Capitale del Mediterraneo, in pratica, non deve essere solo uno slogan ma un obiettivo concreto da raggiungere in modo da rilanciare la sua immagine a livello internazionale.
Se ci sarà l’adeguata sinergia di tutti i deputati europei eletti in Italia, in particolare nell’Italia Meridionale, al di là degli steccati ideologici e delle posizioni partitiche, credo che si potrà arrivare a questo ambizioso ma realistico risultato di portare nella città di Napoli una delle sedi dell’Assemblea Acp/Ue.
Adesso è importante che anche tutta la città di Napoli si svegli, senza distinzioni di sorta, per fare in modo che questa idea non resti solo la proposta di risoluzione del deputato Rivellini ma costituisca un cavallo di battaglia per ridare dignità ed orgoglio al capoluogo partenopeo».


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©