Politica / Regione

Commenta Stampa

Guarda i programmi degli aspiranti sindaci

Primarie centrosinistra: gli appelli al voto dei Candidati

Si vota domenica 23 gennaio

Primarie centrosinistra: gli appelli al voto dei Candidati
22/01/2011, 13:01

Le primarie per la scelta del candidato a Sindaco si svolgeranno a Napoli il *23 GENNAIO 2011 DALLE ORE 8 ALLE 21*. Saranno allestiti appositi seggi in tutte le Municipalità. Possono votare le persone che, al 23 gennaio:

• abbiano compiuto il sedicesimo anno di età

• risiedano nel territorio comunale di Napoli

• abbiano cittadinanza italiana, dell’Unione europea o di altri Paesi (in possesso di permesso di soggiorno)

• dichiarino di riconoscersi nella proposta politico-programmatica della coalizione di centrosinistra, di sostenerla alle elezioni amministrative del
2011

• accettino di essere registrate nell’”Albo pubblico delle elettrici e degli elettori del centrosinistra di Napoli” al momento del voto.

Gli elettori, per votare, devono presentare un documento di identità valido e il certificato di iscrizione nelle liste elettorali di Napoli.

Gli elettori tra i 16 e i 18 anni potranno votare nel seggio relativo alla loro residenza, attestata dal documento di identità valido.

I cittadini extracomunitari potranno votare, previa presentazione di un documento di identità valido attestante la residenza nel Comune di Napoli e del relativo permesso di soggiorno, nei seggi elettorali corrispondenti al luogo di residenza.

• Ogni elettore può votare solo nel seggio che include la propria sezione elettorale o il proprio indirizzo di residenza.

• L’elettore esprime una preferenza unica tracciando una croce in corrispondenza del candidato prescelto.

• Gli elettori che partecipano alle Primarie devono versare, al momento del voto, una quota di un Euro.



tutte le info su

www.primarienapoli.it


"È ora di votare": con un video appello Nicola Oddati, candidato sindaco alle primarie di centro sinistra del Comune di Napoli, richiama i suoi elettori e i suoi sostenitori che lo hanno accompagnato in questo cammino, iniziato ad agosto dello scorso anno. "Il 23 gennaio - annuncia Oddati - per la prima volta siamo chiamati a scegliere il sindaco di Napoli. Voglio essere il sindaco di tutti i napoletani, diamo una svolta alla nostra città".

Guarda l'intervista realizzata dalla Julie a Nicola Oddati 


“Rivolgo un appello alla città, a partecipare alle primarie del 23 gennaio, a fare in modo che siano primarie dei cittadini e non dei partiti e degli apparati - scrive il candidato alle Primarie del centrosinistra Andrea Cozzolino  Impegnamoci affinché la scelta del candidato sindaco sia un grande fatto popolare, affinché siano i napoletani a scegliere. Solo così possiamo aprire una fase nuova, con l’energia e la credibilità di un candidato legittimato da una vasta mobilitazione civica, capace di dare voce ad una intera comunità che si candida a cambiare la città. Domenica Napoli deve cogliere l’opportunità di rialzare la testa e scegliere direttamente il proprio candidato, senza deleghe in bianco, senza tatticismi, nell’interesse di tutti e non solo di pochi".

Guarda l'intervista realizzata dalla Julie ad Andrea Cozzolino


"Napoli è una grande questione nazionale. Consegnare Napoli, dopo la Provincia e la Regione, ad una destra affarista ed inefficiente sarebbe un errore gravissimo ed un grave danno. Bisogna invece rianimare le energie positive della città, quelle che reagiscono al crescente degrado e ad un destino di declino e di marginalità che appaiono ineluttabili". E' l'appello che il candidato vendoliano alle Primarie del centrosinistra, Libero Mancuso, lancia agli elettori a meno di 24 ore dalle consultazioni.
"Napoli è l’Italia. Se Napoli affoga nell’illegalità, nella povertà materiale e morale, nei rifiuti, è tutto il paese, la sua immagine e il suo profilo internazionale, che perde peso. Trattare, dunque, le prossime elezioni amministrative come un appuntamento ordinario, rischia di farci precipitare in una crisi ancora più grave e profonda. Ed invece un nuovo centro sinistra rinasce soltanto se Napoli risorge - aggiunge Mancuso -  se evita la rimozione, se ritorna ad essere, nell’immaginario come nella realtà, la capitale del Mezzogiorno. Se non ci sono queste condizioni e se non ritorna questa ambizione collettiva, la partita è già persa".

Guarda l'intervista realizzata dalla Julie a Libero Mancuso


“Non sono un capopopolo, e non credo nei capipopolo. La demagogia ha lenti deformate che fanno apparire grandi i capi e lasciano piccoli i cittadini, oltre che irrisolti i problemi. A Napoli, invece, ci sono problemi da risolvere e cittadini che devono stare meglio”. Con queste parole Umberto Ranieri lancia la sua sfida alle Primarie 2011 per la corsa alla candidatura a Palazzo San Giacomo.
“Non vi chiederò un sostegno ideologico, non proporrò l’impossibile, non vi prometto di risolvere tutto da solo. Sarebbe l’ennesimo inganno, e sono troppo napoletano per mettere me stesso davanti alla città. Vi parlerò del futuro di Napoli, vi chiederò di collaborare a immaginarlo e realizzarlo, vi prometto rigore, passione, competenza. Napoli ha mille problemi, lo sappiamo, eppure è una città meravigliosa, che stupisce e ammalia. Dovremo rispondere alle difficoltà di funzionamento ordinario, ma voglio che tutti sentano che nessuna strada ci è preclusa”.

Guarda l'intervista realizzata dalla Julie a Umberto Ranieri

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©