Politica / Politica

Commenta Stampa

Bersani e Renzi, verdetto finale

Primarie Pd: alle 17:30 due milioni 300 mila elettori

Su 100 mila nuove richieste di voto, accettate 7.094

Primarie Pd: alle 17:30 due milioni 300 mila elettori
02/12/2012, 18:40

ROMA – E’ il giorno del verdetto decisivo: oggi si saprà, finalmente, chi la spunterà tra i candidati Bersani e Renzi, per le Primarie del Pd.
Dopo tensioni, messaggi su Twitter, polemiche, caffè da offrire, la strategia della diplomazia, e di un clima più disteso, ha riportato il sereno nel centro-sinistra.
A decidere saranno gli elettori, i seggi si sono stati aperti alle 8 di stamane e si potrà dare il proprio voto fino alle ore 20.
Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi si ritrovano al ballottaggio dopo aver raggiunto, al primo turno, rispettivamente il 44,9% ed 35,5% dei consensi.
Tra le 100mila e più richieste di votare al ballottaggio finale, nonostante il mancato impegno durante il turno di domenica scorsa, è stata accolta la domanda per 7.094 aspiranti elettori.
A questi ultimi, si aggiungono i tre milioni di italiani aventi regolarmente il diritto di voto.
Le ultime battute e dichiarazioni tra Bersani e Renzi.
Il segretario del Pd, che sarà a Piacenza e poi a Roma, usa toni più pacati, e commenta: “Siamo una grandissima squadra”.
Pacifico anche il Sindaco di Firenze che smorza così le ultime polemiche: “Chiedo alla gente di andare ai seggi con tranquillità e serenità. Chiudiamo la partita col sorriso. Se sconfitto nessuno griderà a brogli”.
Ed intanto, Renzi si reca ai seggi per le 9,30: “Ho anticipato il voto, per evitare problemi ai cittadini, con giornalisti e telecamere”.
In merito alle ultime dichiarazioni e querelle, Bersani conclude: “Matteo rispetterà le regole”.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 18:40 DI EMANUELE DE LUCIA

Seggi aperti fino alle ore 20 di questa sera per il ballottaggio delle primarie del centrosinistra tra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi. Il coordinamento nazionale delle primarie 'Italia Bene Comune' comunica che "alle ore 12 hanno votato un milione di elettori". Sicuramente una buona affluenza, anche se c'è un lieve calo rispetto a sette giorni fa. Il coordinamento sottolinea nella nota che il 25 novembre "alle 13:30 il dato dell'affluenza era di un milione e 300 mila elettori del centro sinistra". Alle 17:30 del primo turno delle primarie gli elettori erano 2 milioni e 450 mila, mentre oggi alla stessa ora sono 2 milioni e 300 mila. La giornata di pioggia potrebbe essere un ostacolo, come può costituire un impedimento l'alto numero di iscrizioni respinte di persone che non avevano votato al primo turno, ma che volevano dare la loro preferenza per il ballottaggio.
Il presidente del Collegio dei Garanti Luigi Berlinguer rassicura: "Un leggero calo, del 5-7%, meno che fisiologico. Nei ballottaggi delle comunali il calo medio tra il primo e il secondo turno è del 15%. Per stasera il dato crescerà, ha influito il meteo, in molte città ha piovuto fino a ora e molti stanno andando a votare ora. Voto regolare in tutta Italia. Le operazioni di voto si stanno svolgendo regolarmente e in modo fluido e sereno in tutta Italia, grazie al lavoro instancabile e intelligente di più di centomila volontari. Dai 9232 seggi non vengono segnalati problemi di particolare rilievo. Un ringraziamento ai candidati e ai loro sostenitori che stanno contribuendo alla regolarità e tranquillità del voto".

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©