Politica / Politica

Commenta Stampa

Si teme la violazione della normativa sui dati personali

Primarie Pd, Renzi interpella il garante della privacy

Il partito: “Sarà pubblico l’appello e non l’albo”

Primarie Pd, Renzi  interpella il garante della privacy
23/10/2012, 18:18

FIRENZE – “Valutare se il regolamento delle primarie del centrosinistra non infranga la normativa sui dati personali”. E’questa la richiesta, inoltrata dal comitato per la candidatura di Matteo Renzi alle primarie del Pd, all'Autorità garante per la protezione dei dati personali sulle norme per il voto alle primarie.

Nell'esposto viene messo in risalto che il regolamento, adottato il 19 ottobre scorso, rischia di determinare alcune violazioni alla legge sulla privacy.  In particolare, nell'esposto si pone l'accento sul fatto che il regolamento si presta ad essere interpretato ed applicato nel senso di imporre a chi desidera partecipare alle primarie il rilascio di un consenso alla diffusione o pubblicazione dei nomi dei sottoscrittori del pubblico appello e degli iscritti nell'albo degli elettori.

“Questo – scrive il comitato nella lettera inviata all’Autorità - significherebbe chiedere come condizione vincolante per la partecipazione il consenso alla diffusione o pubblicazione di un dato personale certamente sensibile, perché legato alla messa in atto di comportamenti che implicano la manifestazione di opinioni politiche o consistono essi stessi in manifestazione di opinioni politiche”.

Ma il ricorso all'Autorità garante, non è piaciuto a tutti i membri del Pd: “Sarà pubblico l'appello di sostegno al centrosinistra, che dovrà essere sottoscritto per iscriversi al voto – dicono - e non l'albo degli elettori, che sarà composto da chi ha effettivamente esercitato il diritto al voto ed è sottoposto alle norme sulla privacy”.

Quanto al risultato delle primarie, Renzi si dice fiducioso: “Siano nelle condizioni per non accontentarsi e vincere davvero , fare il passo successivo.  Questa partita per il rinnovamento della politica qualche risultato lo ha già prodotto – dice Renzi - è sotto gli occhi di tutti che sta cambiando la geografia della politica, grazie anche al lavoro che stiamo facendo”. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©